Comunicazione, arretra l’e-mail avanzano i social

Comunicazione, arretra l’e-mail avanzano i social

Che rapporto hanno gli italiani con i messaggini nell’era di Internet? Meglio i servizi di messagistica offerti dai social network o le app come Whatsapp? E la “tradizionale” posta elettronica è già pronta per andare in pensione?


La risposta prova a darla l’Email Marketing Experience Report 2015, la ricerca condotta MagNews in collaborazione con Human Highway. Basata su un campione formato da 1001 individui considerati utenti Internet abituali con ogni tipo di device, rappresentativo di una collettività di 30,5 milioni di persone, l’analisi ha messo a fuoco le tendenze emergenti nell’uso dei principali social da parte degli utenti più abituali. In sintesi:


– WhatsApp è considerato uno strumento irrinunciabile dal 48,7% degli intervistati, in particolare nella fascia d’età 15-24 anni;

– Facebook lo è per il 30,7% degli intervistati e principalmente per le fasce d’età più elevate rispetto a quelle che prediligono Whatsapp (in particolare è considerato indispensabile non solo dagli over 35 ma ancor più dagli over 50);

– Il 15% degli utenti considera ormai irrinunciabile anche Skype.


Di questi sistemi di messaggistica gli utenti apprezzano soprattutto la velocità e la praticità nello scambiarsi file o nel creare chat di gruppo. Elementi che mancano invece – sempre secondo quanto emerge dalla ricerca – a Twitter e LinkedIn, che pure offrono servizi di utilità ma che, privi delle suddette caratteristiche, restano per così dire in secondo piano.


E l’e-mail? Sul tema le opinioni sono più controverse: senza dubbio l’e-mail è parte integrante della vita degli italiani, sia privata che professionale e la maggioranza degli intervistati la apprezza soprattutto per la sicurezza, visto che non presenta i problemi di privacy tipici dei sistemi di messaggistica più recenti. Non mancano, tuttavia, opinioni negative da parte di coloro che si definiscono “frustrati dall’overload informativo” e secondo i quali la vita senza e-mail sarebbe addirittura più rilassata.

(Visited 10 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia