Cup integrato pubblico-privato nelle farmacie veneziane

Cup integrato pubblico-privato nelle farmacie veneziane

È attivo da fine marzo, in più di cento farmacie aderenti a Federfarma Venezia, il Centro unificato di prenotazione integrato pubblico-privato che permette ai cittadini di prenotare gratuitamente e direttamente “sotto casa” molte tipologie di visita specialistica o di esame diagnostico da effettuarsi in strutture sanitarie pubbliche e private convenzionate, quali ospedali, case di cura, poliambulatori, centri medici e laboratori di analisi.

Per il momento il servizio è attivo solo nel comprensorio dell’Asl 3 Serenissima, ma si prevede nel breve termine un’estensione a tutto il territorio provinciale (includendo l’area dell’Asl 4 ovvero San Donà di Piave, Portrogruaro e il litorale).

Il cittadino al centro del sistema

«Con il Cup integrato mettiamo al centro del sistema sanitario il cittadino e le sue esigenze, trasformando la farmacia in farmacia dei servizi», spiega il presidente dell’Associazione veneziana titolari di farmacia Andrea Bellon. «Vogliamo offrire alla popolazione la facoltà di prenotare le visite secondo i criteri di vicinanza geografica, vicinanza temporale e minor costo. Soprattutto potremo mettere ancor più la nostra professionalità al servizio di persone con problemi o handicap e degli anziani, accompagnandoli nel loro iter curativo, in collaborazione con le Asl e le strutture private. Quando il servizio sarà a regime, contiamo di aiutare a ridurre drasticamente, se non di porre fine, all’annoso contrasto tra pubblico e privato».

Attraverso la prenotazione in farmacia con il Cup integrato, l’utente può decidere in base alle disponibilità proposte, comparando la prima data utile, la vicinanza, il costo e le referenze specialistiche e strumentali delle varie strutture sanitarie. Operando nel totale rispetto della normativa sulla privacy, il servizio è gratuito e la prestazione prenotata in farmacia è pagata direttamente presso la struttura prescelta.

«La possibilità di prenotare gli esami in farmacia è un ulteriore passo avanti verso la farmacia dei servizi e per questo vogliamo riuscire ad estenderlo in tutte le province del Veneto valorizzando la nostra presenza capillare sul territorio», commenta Alberto Fontanesi, presidente di Federfarma Veneto, «il percorso verso la farmacia dei servizi è uno dei nostri principali obiettivi come conferma anche il nostro coinvolgimento nell’aderenza alla cura del paziente cronico. Abbiamo costruito con la Regione un percorso di collaborazione per riuscire ad offrire ai cittadini veneti servizi migliori ed alleggerire i costi del sistema sanitario nazionale. Per questo auspichiamo che la Regione si attivi per avviare il servizio Cup in tutte le province in modo che i pazienti possano recarsi nella farmacia vicina a casa a prenotare gli esami».

Il servizio permetterà, a costo zero e senza ulteriore formazione tecnica per il farmacista, di potenziare il numero di prenotazioni Cup almeno del 20-30%. L’intera gestione amministrativa del Cup integrato è a carico dell’organizzazione del sistema-Federfarma.

(Visited 24 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia