Dati Anifa, Sop in salute grazie al delisting

Secondo le rilevazioni dei produttori di automedicazione, nel primo semestre 2012 il comparto dei "senza ricetta" è cresciuto a valori di quasi il 6%, mentre a consumi l'incremento è di meno di un punto

Dati Anifa, Sop in salute grazie al delisting

Il mercato del farmaco senza ricetta torna a crescere, ma soltanto per effetto del delisting che nella primavera scorsa trasformò in Sop 230 confezioni di fascia C. E’ la riflessione che arriva da Anifa sulla scorta dei dati espressi dal comparto nei primi sei mesi di quest’anno: dal suo osservatorio, l’associazione dei produttori di farmaci di automedicazione conta 158 milioni di confezioni di “senza ricetta” vendute nel semestre, per un controvalore di quasi 1.185 milioni di euro. Da cui consumi in leggero aumento (+0,9%) sullo stesso periodo dell’anno precedente e spesa che cresce del 5,9%.
Come si diceva, però, il merito è tutto del delisting, grazie al quale l’incidenza del comparto Sop sul mercato farmaceutico totale è ora pari al 17% a volumi e al 12,8% a valori, mentre un anno fa era al 16,8% e l’11,5% rispettivamente. La riclassificazione, tuttavia, non ha avuto «effetti rilevanti sulle dinamiche competitive e la crescita reale del comparto: non si è assistito a un allargamento dell’offerta verso nuove aree terapeutiche o a significativi cambiamenti relativi a dosaggi di principi attivi già disponibili come prodotti da banco». A supporto della propria valutazione Anifa mette qualche cifra: ripulito dell’effetto delisting, il comparto denuncia nel primo semestre 2012 una pesante contrazione dei consumi, -4,3%, e ricavi in decremento del 2,8%.
Per l’associazione non è difficile spiegare queste percentuali: una stagione invernale in cui i disturbi “del freddo” hanno inciso meno che in passato e una crisi generale che incide sensibilmente sui consumi privati. Non mancano tuttavia alcuni elementi di ottimismo: grazie a estensioni delle linee e a passaggi di classe, infatti, il segmento dei farmaci di automedicazione fa registrare nel primo semestre 2012 116 milioni di confezioni vendute, da cui una sostanziale stabilità dei consumi (+0,1%) e dei fatturati (+1,8%), per un giro di affari complessivo di poco meno di 854 milioni di euro.
Anche l’altro segmento, quello dei farmaci Sp (senza pubblicità), evidenzia infine cifre con il segno più. Persino migliori dell’Otc, perché i volumi crescono del 3,1% e i fatturati del 18,2%, ma va tenuto conto che i farmaci di fascia C delistati nell’aprile scorso sono stati “scaricati” tutti in questa classe.

PREZZI MEDI DEI SOP: CONFRONTO TRA CANALI
(Indice dei prezzi di Laspeyres-base dicembre 2011)

Canale Euro Delta %
FARMACIA 7,6 1,46%
– Automedicazione 7,4 1,57%
– Senza pubblicità 8,0 1,10%
PARAFARMACIA 7,0 1,73%
– Automedicazione 7,1 1,83%
– Senza pubblicità 6,4 1,43%
GDO 5,8 2,21%
– Automedicazione 5,9 2,38%
– Senza pubblicità 5,1 1,52%
(Visited 21 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia