Distribuzione, Cef sbarca in Toscana

Distribuzione, Cef sbarca in Toscana

La bresciana Cef si fonde con la toscana Cofapi e consolida la propria posizione per fatturato, come prima cooperativa italiana e  quarto distributore del mercato nazionale, dopo Comifar, Alleanza Salute e Unico. L’operazione – in termini tecnici è una fusione per incorporazione – diventerà operativa soltanto da ottobre/novembre, trascorsi i tempi previsti per legge, ma si applicherà retroattivamente dallo scorso gennaio. Intanto le tappe cruciali sono già alle spalle: lunedì sera la fusione ha ricevuto luce verde dall’assemblea dei soci di Cofapi, nelle settimane scorse era arrivato il via libera degli associati di Cef. Assieme, le due cooperative totalizzano (dati 2013) un fatturato di circa 750 milioni di euro, poco meno di mille farmacie associate e quasi 2.500 farmacie servite (in sei regioni: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli, Piemonte e Toscana).
Con l’incorporamento di Cofapi, inoltre, Cef aggiunge alla sua rete FarmaciaInsieme (circa 750 esercizi)  il network della cooperativa toscana Farmondo (poco più di un centinaio di presidi):  le due catene manterranno la propria identità e metteranno reciprocamente a disposizione le eccellenze maturate nel corso dell’attività.
L’operazione, che culmina due anni di trattative e di verifiche finanziarie tra le due aziende, è un’altra importante tappa di quel processo di concentrazione che da tempo interessa il mondo della distribuzione.

(Visited 88 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia