Due kit di benvenuto per i nuovi nati a Milano

Due kit di benvenuto per i nuovi nati a Milano

Per il secondo anno consecutivo, il Comune di Milano, in collaborazione con Energie Sociali Jesurum Lab (attiva da anni nella creazione di progetti pubblico-privato), la partnership di LloydsFarmacia e un sostenuto gruppo di sponsor privati, rilancia il progetto di welfare “Benvenuti nella casa delle coccole”, che consentirà di regalare a tutti i genitori dei nuovi nati nel 2018, un kit completo con numerosi articoli per la salute e il benessere del bebè (prodotti nursery, pannolini, creme, salviette e accessori, offerti in un comodo zainetto ecologico in cotone, unitamente a linee guida e indicazioni per ricostruire le proprie abitudini e giornate, e vivere con serenità e calore i primi giorni insieme).


Un modello da imitare

L’iniziativa, che si ispira ai Paesi scandinavi e da Milano è diventata un modello mutuato da molti altri Comuni, è stata presentata a Palazzo Marino dall’assessore alle Politiche sociali, salute e diritti, Pierfrancesco Majorino e dall’assessore alla Trasformazione digitale e servizi civici Roberta Cocco. Nel commentare la positiva esperienza dello scorso anno, i relatori hanno annunciato anche la nascita di “Benvenuti nella casa del sorriso”, un altro pacco dono con prodotti per l’igiene e la prevenzione orale dei più piccoli. A qualche settimana dal lieto evento, le famiglie interessate riceveranno una lettera con le istruzioni per ritirare in una delle 84 LloydsFarmacie distribuite capillarmente sul territorio comunale, i due kit omaggio. «Questa iniziativa», ha dichiarato Arianna Furia, direttore vendite Retail Admenta Italia, «si colloca perfettamente nel più ampio progetto di LloydsFarmacia di attenzione e vicinanza alle famiglie e, più in generale, a tutti i cittadini. Due aspetti, questi, che mettono in luce il ruolo importante del farmacista nel promuovere un corretto stile di vita, con un focus particolare sui bambini e sull’importanza di impostare sin dalla tenera età sane abitudini, nello specifico legate all’igiene orale». Ha poi aggiunto Arianna Furia: «La collaborazione tra pubblico e privato si è dimostrata vincente e le energie messe in campo hanno permesso l’evoluzione e la prosecuzione di progetti come questo, di cui andiamo particolarmente orgogliosi».

(Visited 25 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia