Essere Benessere in borsa con newco

Previsto per marzo l'ingresso nel mercato Aim della società milanese. L'operazione prevede lo spin off di una "nuova" Essere Benessere, in equilibrio finanziario e con piani di sviluppo nel franchising

Essere Benessere in borsa con newco
E’ previsto entro marzo l’ingresso in Borsa – nel mercato Aim – di Essere Benessere, la società del comparto farmaceutico attiva nel franchising di farmacie, nella gestione diretta di parafarmacie, corner Gdo e City Store (gli ex Blockbuster) e nell’acquisto di medicinali “chiavi in mano” per le farmacie clienti. A darne notizia un comunicato diffuso dalla stessa società: Essere Benessere, che ha chiuso il 2013 con un giro di affari complessivo di circa 80 milioni di euro, è parte integrante di Fd Consultants, holding cui fanno capo aziende della filiera farmaceutica specializzate negli ambiti finanziario, logistico, distributivo e sanitario.
La quotazione all’Aim, in particolare, prevede un aumento di capitale di circa 25 milioni di euro, cui si aggiunge la vendita di azioni per altri 10 milioni di euro circa, destinati anche questi al rafforzamento patrimoniale del Gruppo. L’aumento servirà a un piano di crescita che prevede il potenziamento di tutte le attività e in particolare lo sviluppo della rete di franchising, nonché il superamento delle tensioni finanziarie create dall’acquisizione, due anni fa, degli oltre ottanta punti vendita rilevati da Blockbuster. «Apriamo a partner della filiera interessati al business che arriva dal nostro retail» spiega a Pharmaretail Danilo Salsi, presidente di Essere Benessere «di fatto stiamo realizzando la prima integrazione verticale del comparto, la prima realtà in cui industria e farmacisti condivideranno, assieme alle strategie commerciali, anche l’azionariato».
A entrare in Borsa, in ogni caso, sarà una “newco” il cui spin off è stato approvato la settimana scorsa dall’assemblea del gruppo. Nella “nuova” Essere Benessere confluirà una parte degli asset della vecchia società, ossia il franchising di farmacie e parafarmacie, i corner Gdo e dieci dei 55 City Store della catena (quelli che hanno già valicato il brek even). «Non è un’operazione good company-bad company, come hanno scritto alcuni giornali» precisa ancora Salsi «si tratta soltanto di un intervento diretto a presentare al mercato una società in equilibrio finnziario che tranquillizzi e dia fiducia agli investitori. Da parte nostra, puntiamo a dare nuovo impulso al franchising delle farmacie anche attraverso il lancio di nuovi strumenti e formule gestionali».
Il progetto che ruota attorno alla nuova Essere Benessere dovrebbe essere condiviso – oltre che da Fd Consultants – da soci di minoranza come Valedo (9%), il gruppo FinIper (10%), Bioera (6%) e Artsana (3%).
(Visited 96 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia