Federsalus verso la Cina

Federsalus verso la Cina

Storicamente orientato a una cultura della prevenzione e alla propensione per l’utilizzo di rimedi “naturali” piuttosto che i farmaci, il mercato cinese ha enormi potenzialità per le aziende che si occupano di integratori. Un mercato vastissimo e non ancora presidiato che fa gola alle aziende italiane. Su invito del ministero dello Sviluppo economico e Ice-Agenzia – Federsalus ha presenziato di recente alla seconda edizione della manifestazione China International Import Expo (Ciie), in programma a Shanghai, per rappresentare l’eccellenza delle imprese italiane degli integratori alimentari presso i partner cinesi e favorire i rapporti commerciali tra Italia e Cina.

Rappresentare l’eccellenza nel settore degli integratori

Nel 2018 le imprese di integratori alimentari hanno esportato in Cina prodotti per oltre 24 milioni di euro. Un interesse che, in generale, stando alle fonti governative, è motivato dalla continua crescita dell’economia cinese, dalla vastità del mercato, dalla evoluzione dei gusti dei consumatori cinesi di reddito medio-alto. Secondo l’indagine del Centro Studi FederSalus condotta sulle aziende associate, la Cina è il terzo mercato verso cui, in prospettiva, emerge un maggiore interesse in termini di export.

L’obiettivo della partecipazione all’Expo è stato presentare l’eccellenza della filiera degli integratori alimentari Made in Italy agli operatori cinesi, facilitando i contatti e il flusso di informazioni tra le realtà imprenditoriali dei due paesi e puntando a superare le cosiddette barriere “non tariffarie” che oggi limitano la commercializzazione in Cina di integratori provenienti da altri paesi. L’esportazione dei prodotti alimentari in Cina è infatti regolata da un sistema eterogeneo di norme, nazionali e locali, e da stringenti controlli richiesti dal governo cinese che frenano le transazioni.

«Il settore degli integratori alimentari, grazie anche alle evidenze emerse dal Centro Studi Federsalus, rientra tra le eccellenze che il Sistema Italia ha deciso di presentare alla Ciie, la più importante trade exhibition della Cina», afferma Marco Fiorani (nella foto), presidente dell’associazione. «FederSalus è stata invitata a presentare il settore in ragione dell’elevata qualità con cui operano le nostre aziende che hanno contribuito a conferire valore e affidabilità all’intero comparto, rendendo l’Italia un leader di mercato e un’eccellenza europea e mondiale, divulgatore di un modello virtuoso che può contribuire al benessere ed alla salute degli individui».

L’appuntamento cinese rientra nel percorso avviato da Federsalus, in collaborazione con ICE- Agenzia, di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese italiane.

(Visited 94 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia