Food, sulla celiachia la farmacia fa la differenza

Nel mercato degli alimenti in farmacia quasi il 70% del sell out lo fanno prodotti per l'infanzia, senza glutine e aproteici. Nel segmento del food per celiaci, in particolare, la farmacia si impone come il canale elettivo

Food, sulla celiachia la farmacia fa la differenza

Quasi il 70% del sell out nel mercato alimentare in farmacia è rappresentato da prodotti per l’infanzia, alimenti senza glutine e aproteici. E’ la fotografia scattata dal Convegno sul “Food in Farmacia” organizzato a Milano il 18 settembre dal network B2B Mangiaregiusto. Se il baby food costituisce ancora la fetta più consistente del mercato e le diete sembrano essere il fenomeno emergente, è il senza glutine il segmento più interessante che offre risultati significativi dal punto di vista del business. A essi si unisce il posizionamento distintivo della farmacia rispetto ad altri canali, che mette il ruolo consulenziale del farmacista al centro del processo di acquisto del paziente celiaco. La farmacia si conferma il canale d’elezione per questo comparto assorbendo quasi l’80% del sell out tra farmacie e parafarmacie, rispetto alla Gdo. Paola Gallas, direttore del Centro studi Retail Salute, ha analizzato le scelte del consumatore e il posizionamento competitivo dei canali distributivi, dal quale emerge la posizione dominante delle farmacie rispetto agli altri canali. Tra le leve dei presidi dalla croce verde ci sono la professionalità degli addetti, che è in grado di orientare le preferenze dei pazienti celiaci.

(Visited 39 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia