Giovani artisti all’opera per raccontare l’Hiv

Giovani artisti all’opera per raccontare l’Hiv

In occasione dell’Italian Conference of Aids and Antiviral Research (Icar) gli studenti del Liceo Artistico della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini” hanno realizzato una serie di opere d’arte per ribadire l’importanza della lotta all’Hiv. L’iniziativa fa parte dei progetti di Janssen Italia, l’azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson, per sensibilizzare i più giovani su questa patologia. Un punto d’incontro voluto per favorire lo scambio tra i partecipanti all’ottava edizione del congresso Icar, che si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università di Milano – Bicocca. Piazza Icar è, in questo caso, uno spazio dedicato all’ingresso dell’Ateneo e del Centro Congressi: nelle tre giornate congressuali, infatti, gli studenti hanno realizzato una serie di opere d’arte esclusive dedicate al tema della lotta all’Hiv. L’obiettivo è riaccendere i riflettori sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse. Un impegno, quello della lotta all’Hiv, che Janssen porta avanti da anni con attività di Ricerca e Sviluppo e iniziative di Responsabilità sociale rivolte ai più giovani. È il caso del progetto Hiv Non Fermiamoci, per tenere alta l’attenzione sui rischi dell’Hiv e sensibilizzare sulla prevenzione. «L’Hiv, così come l’epatite e le patologie oncologiche, rappresenta per Janssen una grande sfida di salute pubblica a livello globale», ha dichiarato Massimo Scaccabarozzi, amministratore delegato e presidente di Janssen Italia, «inoltre, crediamo nell’importanza di spendersi per ricordare, tramite iniziative di sensibilizzazione e informazione, come queste, l’importanza di prevenire la trasmissione sessuale di questa patologia».

(Visited 9 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia