IV Bando Inail al via, incentivi per magazzini automatici e laboratori di galenica

IV Bando Inail al via, incentivi per magazzini automatici e laboratori di galenica

L’ultima edizione del Bando Inail torna a essere interessante per le farmacie che intendono investire in salute e sicurezza degli ambienti di lavoro, con l’acquisto di automazioni di magazzino o con il rifacimento dei laboratori galenici.

Per il quarto anno consecutivo, le farmacie che dimostreranno di rispondere ai requisiti previsti nel Bando potranno accedere agli incentivi messi a disposizione da Inail e ripartiti in quote regionali: il totale stanziato per il 2016 è pari a 276.269.986 euro. «Nel Bando 2013 hanno potuto beneficiare degli incentivi circa 50 farmacie», spiega a PharmaRetail Gianfranco Pieretti, Ad dell’azienda Mach4 Pharma Systems Italia.

Il Bando è aperto a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, definite genericamente Pmi.

Le imprese vincitrici potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto pari al 65 per cento dell’investimento (con un contributo massimo concedibile pari a 130.000 euro). Per poter partecipare è necessario inserire il progetto on line dal 1° marzo 2016, fino alle ore 18.00 del 5 maggio 2016 attraverso la piattaforma informatica messa a disposizione da Inail.

A partire dal 12 maggio 2016 alle imprese che avranno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista verrà assegnato un codice identificativo che dovrà essere inviato attraverso i sistemi Inail il giorno del famoso click day. Successivamente a questo invio, solo le imprese posizionate in graduatoria come finanziabili dovranno spedire a Inail la documentazione richiesta a supporto di quanto dichiarato in fase di domanda. A seguito della verifica tecnico amministrativa, Inail comunica tramite Pec l’esito positivo o negativo della valutazione di progetto. Se il progetto dell’impresa supera positivamente la verifica tecnico amministrativa, Inail decreta contestualmente l’ammissibilità della pratica e l’assegnazione del contributo richiesto, che verrà comunque erogato solo a fronte di realizzazione e rendicontazione del progetto.

Passaggio fondamentale affinché la verifica amministrativa e dunque l’assegnazione definitiva degli incentivi vada a buon fine è la compilazione del Dvr (Documento di valutazione dei rischi). Per una corretta ed efficace valutazione del rischio e compilazione della domanda, per tutto il mese di marzo Mach4 mette a disposizione i propri consulenti in maniera gratuita: «Utilizziamo sistemi di calcolo certificati volti a misurare diversi aspetti della movimentazione manuale dei carichi e del rischio chimico», spiega Pieretti. «Gli indici di rischio sono fondamentali per poter evidenziare l’efficacia del progetto nell’abbattimento del rischio, mostrando una condizione pre intervento e una post a seguito dell’installazione del macchinario. Non esistono realtà uguali da questo punto di vista e ogni farmacia rappresenta un caso a sé: per questo Mach4 ha deciso di fornire un servizio “sartoriale” nella gestione della pratica». Affinché la domanda possa essere ritenuta valida, è fondamentale che quest’indice si abbassi come atteso grazie all’inserimento del magazzino automatizzato o, nel caso dei laboratori galenici, con la sostituzione dei macchinari. «È importante che le farmacie siano consapevoli della rilevanza del Dvr come principale misura di efficacia del progetto», conclude Pieretti. «Il nucleo di valutazione di Inail deve poter riscontrare nel Dvr i valori oggettivi con cui giudicare la pratica. Il rischio è quello di vedersi assegnare fondi salvo dovervi poi rinunciare a causa di una documentazione farraginosa e non esaustiva».

(Visited 50 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia