Le otto tecnologie per il retail nel 2016

Le otto tecnologie per il retail nel 2016

Mentre il 2015 è stato l’anno dell’Omnichannel Retailing e del Digital Wallet, i rivenditori sono ora alla ricerca di spedizioni veloci, beacons, sistemi RFID e altre tecnologie emergenti. Ecco dunque le otto novità che il venditore al dettaglio dovrebbe tenere d’occhio per il 2016 secondo Retail Dive. Obiettivo? Rendere più facile la vita del consumatore.

RFID tags

La Radiofrequency IDentification (RFID) è una tecnologia basata sulla radiofrequenza che permette di identificare, memorizzare ed eventualmente modificare all’istante i dati contenuti nei cosiddetti tags RFID. Le dimensioni dei tags RFID possono essere molto ridotte, facendo di questo strumento un inventario pratico ed efficace che potrebbe scalzare gradualmente l’utilizzo dei codici a barre.

Software HiTech per l’inventario

Gestire l’inventario sarà più semplice grazie alle nuove piattaforme; sarà possibile liquidare rapidamente la merci in eccesso grazie a Daily deals e vendite lampo e questo permetterà di risolvere grandi problemi di magazzino.

Più beacons per tutti

Questa tecnologia permette di veicolare contenuti multimediali verso determinate persone in base alla loro posizione, il tutto via wireless e a ridotto consumo energetico grazie al sistema Bluetooth Low Energy. La persona che si addentra nel negozio potrà trovare le informazione che cerca direttamente sul proprio smartphone.

Mai regali sbagliati con l’e-gifting

Regalare oggetti personali come vestiti, scarpe, o il trucco diventa più facile grazie ad alcune piattaforme, come per esempio Loop Commerce. Si offre un servizio di e-gifting che permette al cliente di scegliere un regalo per un amico, come un maglione, lasciando però al destinatario il compito di confermare la dimensione, il colore, e l’indirizzo di spedizione con una semplice e-mail.

App per ordinare dal cellulare e ritirare in negozio

Applicazioni come Curbside uniscono alla convenienza di acquistare on line quella di ritirare la merce direttamente in negozio. In questo modo il cliente può fare più acquisti dal proprio telefono e passare a ritirare più tardi in giornata. Curbside ha anche una funzione che permette di monitorare la posizione di un utente, in modo che il dipendente possa portargli il materiale acquistato direttamente a parcheggio.

Consegna più veloce

Parola d’ordine per il 2016: consegne sempre più veloci. Per i clienti Prime di Amazon che vivono in 16 aree metropolitane selezionate, la consegna dei prodotti è garantita gratis in mezza giornata, ma può anche avvenire in due ore con l’applicazione Amazon Prime Ora o in un’ora per soli 7,99 dollari, sempre in aree metropolitane selezionate. Instacart, Google Express e anche gli altri stanno ampliando la loro offerta e le aree di servizio.

 

Ricerca di un prodotto in maniera “visual”

Scattare la foto di un prodotto e poi trovare articoli simili in quel particolare negozio, questo è ciò che l’applicazione creata dalla Slyce Inc. permette di fare al consumatore.

Specchi magici e camerini intelligenti

Specchi touchscreen che consentono ai consumatori di regolare illuminazione e colori del camerino, tenendo traccia di quello che è stato provato.

(Visited 13 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia