Medicina omeopatica: la battaglia continua

Medicina omeopatica: la battaglia continua

L’opinione pubblica ci crede e ormai sono davvero pochi i cittadini che considerano la medicina omeopatica “acqua fresca”, eppure la questione sulla sua efficacia e sul suo ruolo è tutt’altro che risolta. Nel 2002 e nel 2007 indagini governative degli Stati Uniti hanno rilevato che la medicina omeopatica è stata utilizzata rispettivamente dal 1,7 per cento e dall’1,8 per cento degli adulti americani e a distanza di cinque anni un altro incremento: nel 2012 l’uso della medicina omeopatica negli Usa – al netto di tutte le altre pratiche di medicina non convenzionale – è cresciuto circa del 15 per cento, riguardando il 2,1 per cento della popolazione adulta. Questa indagine, condotta analizzando i dati del 2012 Usa National Health Interview Survey ha portato i ricercatori della Harvard School of Public Health e del Beth Israel Deaconess Medical Center a concludere che due terzi delle persone che si curano con medicinali omeopatici hanno classificato il sistema di salute rappresentato dalla medicina omeopatica come una delle tre prime scelte. Innegabile come questa opzione terapeutica comporti benefici per la salute pubblica, dalla riduzione nell’uso di antibiotici inutili e dei costi per il trattamento di alcune malattie respiratorie, miglioramento nella depressione peri menopausale e delle condizioni sanitarie in individui affetti da malattie croniche. Questa nuova ricerca pubblicata su The American Journal of Public Health, la più importante rivista medico scientifica sulla salute pubblica negli Stati Uniti, si contrappone ai risultati messi in luce un anno fa dal National Health and Medical Research Council (Nhmrc), Istituto australiano di ricerca medica, che ne aveva messo in dubbio l’efficacia. I risultati del paper australiano erano già stati condannati lo scorso anno dalle più prestigiose organizzazioni per la ricerca scientifica di alta qualità in medicine complementari, ma questa ulteriore pubblicazione a favore della medicina omeopatica ha offerto l’occasione all’Amiot, l’Associazione medica italiana di omotossicologia, di confermare il significativo ruolo che la medicina omeopatica svolge per la salute pubblica.

(Visited 14 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia