Pisa, Comunali alla riscossa con sconti e private label

Pisa, Comunali alla riscossa con sconti e private label

Campagne promozionali, convenzioni, prezzi calmierati. E un’intera linea di prodotti a marchio, dai generici all’igiene personale. E’ quanto prevede il piano di rilancio delle Farmacie comunali di Pisa presentato la scorsa settimana alla stampa: l’obiettivo è quello di rilanciare la municipalizzata (che in città controlla sei esercizi) dopo alcuni anni di bilanci in perdita. Il piatto più ricco del menù è senz’altro la campagna “Paniere sociale”: grazie a un accordo con Alliance, è stato individuato un elenco di prodotti di largo consumo che verranno messi in vendita a prezzi decisamente più bassi rispetto al listino. I clienti che poi si muniscono della Fidelity card delle comunali (gratuita e disponibile in tutte le farmacie dell’azienda) usufruiscono di una promozione aggiuntiva: a ogni acquisto di prodotti del paniere per un valore pari o superiore a 30 o 50 euro, ricevono in omaggio una selezione di articoli per l’igiene del corpo di analogo controvalore. Agevolazioni anche ai possessori di un abbonamento ai mezzi pubblici, consistenti in sconti su un paniere dedicato di prodotti, e a mamme e giovani coppie, ovviamente sugli articoli della prima infanzia.
Un capitolo a parte è rappresentanto dalle convenzioni: quella firmata con un laboratorio diagnostico cittadino consentirà di accedere a prezzi calmierati a prestazioni e campagne stagionali sulla prevenzione; un’altra, sottoscritta con un produttore di apparecchi acustici, assicurerà ad anziani e clienti consigli, guida all’acquisto e sconti speciali. Infine ci sono le convenzioni con strutture e associazioni culturali: i possessori della tessera a punti, infatti, potranno optare tra i premi in catalogo, buoni acquisto da spendere nei centri convenzionati oppure la sottoscrizione di abbonamenti e ingressi, ai trasporti pubblici, ai parchegghi cittadini o al teatro.

(Visited 14 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia