Recapito a domicilio, Amazon verso l’Italia

Recapito a domicilio, Amazon verso l’Italia

Cresce l’interesse della gdo per lo sviluppo di servizi di recapito domiciliare della spesa. E parallelamente cresce anche la concorrenza. Amazon, il colosso dell’e-commerce, sarebbe pronta a sbarcare con il suo servizio di consegna porta a porta anche in Italia, dove il mercato è oggi frammentato e poco efficiente. In America il servizio si chiama Amazon Fresh e permette di ordinare prodotti freschi – verdura, carne, uova, formaggi eccetera – e farseli recapitare direttamente a casa nel giro di un’ora. La notizia è stata riportata da Milano Finanza e poi ripresa dal Corriere della Sera: a destare l’interesse di Amazon per il nostro paese sarebbe la crescente propensione degli italiani per gli acquisti online: nel 2015 si stima una spesa totale di circa 15 miliardi di euro.


Il principale concorrente di Amazon nei servizi di recapito a domicilio è oggi Esselunga. L’insegna milanese offre attualmente circa 10 mila prodotti freschi e confezionati, ma con tempi di consegna poco concorrenziali: almeno un giorno a partire dall’ordine e comunque non più a sud della Toscana. Ci sono poi Coop (prodotti per la casa), Carrefour (consegne nel giro di 3 ore in 120 punti vendita) e Auchan (che con i suoi sportelli pick up permette di fare la spesa senza scendere dalla macchina).


C’è poi l’esperimento di Supermercato24, una start-up fondata da Enrico Pandian che offre consegne a domicilio entro un’ora con un sistema collaborativo: la consegna viene effettuata da un comune cittadino, che trattiene il 90% del prezzo della consegna (3,50€) più il sovrapprezzo del 5% sulla spesa. Attualmente la start-up consegna circa 20 mila spese al mese, ma è già in trattativa con almeno due catene provinciali e una nazionale per l’implementazione della sua infrastruttura all’interno di più punti vendita.

(Visited 14 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia