Rottapharm fa dietrofront: nessun ingresso in Borsa

Rottapharm fa dietrofront: nessun ingresso in Borsa

Al contrario di quanto annunciato nelle settimane scorse, Rottapharm non entrerà in Borsa. La notizia arriva direttamente dall’azienda italiana: Fidim, la holding della famiglia Roversi che controlla il gruppo farmaceutico, ha ritenuto «che non si siano verificate le condizioni per un’operazione che rispecchi oggi il valore intrinseco della società, anche alla luce della sfavorevole situazione del mercato mobiliare domestico e internazionale, che hanno determinato un repentino cambiamento nelle aspettative degli investitori sugli assets europei e in particolare dell’Europa Meridionale».
D’intesa con i coordinatori dell’offerta globale di vendita e il responsabile del collocamento, quindi, Fidim ha deciso per il momento di ritirare l’offerta che avrebbe dovuto portare Rottapharm in Borsa. Rottapharm, prosegue una nota del gruppo «proseguirà il suo percorso di crescita, innovazione e creazione di valore, sulla base di un chiaro e definito indirizzo strategico supportato dalla sua comprovata solidità patrimoniale e dalla sua elevata capacità finanziaria e reddituale».

(Visited 13 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia