Saldi invernali, molte regioni anticipano il via

Saldi invernali, molte regioni anticipano il via

Le farmacie non partecipano alle stagioni dei saldi ma la notizia comunque è d’interesse: sono diverse le Regioni che anticiperanno di qualche giorno il “via” ai saldi invernali. E altre potrebbero aggiungersi nei giorni a venire, sotto la pressione di commercianti e gdo. In Lombardia, per esempio, si partirà dal 3 gennaio. «Abbiamo accolto prontamente la richiesta delle associazioni di categoria per confermare la nostra vicinanza e per sostenere il comparto in questo momento di preoccupante contrazione dei consumi» ha dichiarato Mauro Parolini, assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario.
Stesso anticipo anche per la Toscana:  «Il 5 gennaio (la data tradizionalmente designata per l’avvio dei saldi, ndr) non è una data sbagliata di per sé» ha spiegato il direttore della Confcommercio regionale Franco Marinoni «un conto però è se cade di venerdì o di sabato, un altro se – come accadrà questo gennaio – arriva all’inizio della settimana, condannando di fatto le aziende alla completa inattività nel fine settimana precedente».
Saldi anticipati al 3 gennaio anche in Umbria – dove la Giunta regionale ha accolto la proposta dell’assessore al Commercio, Fabio Paparelli – e in Abruzzo: «A seguito di quanto emerso nella Conferenza di Servizi tenutasi presso la Regione» si legge in una nota «anche l’Abruzzo in via straordinaria ha deciso di anticipare i saldi al 3 gennaio».  Intanto anche le altre Regioni stanno valutando la possibilità di anticipare la data di inizio: la decisione definitiva verrà assunta nel corso della Conferenza dei presidenti delle Regioni che si svolgerà giovedì 18 dicembre.

(Visited 14 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia