Ultima settimana in farmacia? Il Natale è sotto le aspettative. La fotografia di New Line RDM

Dati aggiornati al: 20 Dicembre 2020

Ultima settimana in farmacia? Il Natale è sotto le aspettative. La fotografia di New Line RDM

Nell’ultima settimana (14-20 dicembre) si è osservato un incremento consistente delle vendite rispetto ai sette giorni precedenti, in linea con quanto accaduto anche negli anni passati. La settimana che precede il Natale è, infatti, solitamente caratterizzata da livelli di vendite maggiori in farmacia, come accade anche in tanti altri settori. Nonostante, però, la dinamica sia quella solita, il periodo pre natalizio in fase Covid ha visto un giro d’affari molto più contenuto rispetto a quello del 2019, come dimostra il calo del -7,1% nelle confezioni complessivamente vendute nel canale. I timidi segnali positivi registrati nei trend per giornata lavorativa nella seconda settimana di dicembre non hanno quindi avuto un seguito e il pattern continua a non essere incoraggiante. Le vendite associate al periodo natalizio non stanno aiutando la ripresa e, come mostra anche il rapporto Influnet, la diffusione delle normali patologie tardo autunnali continua ad essere sotto la soglia basale, mantenendo quindi la domanda di farmaci e integratori stagionali a livelli decisamente inferiori rispetto al solito.

Il farmaco su prescrizione ha perso, nella settimana, il -5,5% rispetto al 2019, a seguito soprattutto del fortissimo calo dei farmaci per il sistema respiratorio, in decremento del -21,6% negli ultimi sette giorni, all’interno dei quali gli antipiretici perdono quasi il 13%. Questi dati, associati al -34,4% nelle confezioni vendute di antibiotici, danno evidenza della domanda molto ridotta di farmaci per le sindromi influenzali. Anche il mondo dei farmaci su ricetta per l’apparato gastrointestinale perde il -6,3% rispetto al 2019, nonostante la richiesta di farmaci antiacidi e antireflusso sia salita negli ultimi sette giorni, come generalmente avviene in questo periodo.

Il mondo del cronico, legato ai problemi cardiovascolari, è invece molto più in linea con il 2019, sia in termini di dinamica che di livelli (il calo a confezioni dell’ultima settimana è del -1,3%)

L’ambito Commerciale continua a registrare trend significativamente negativi: -9,6% nell’ultima settimana, che corrisponde ad un -16,8% al netto del contributo della componente Sanitari.

 

(Visited 317 times, 1 visits today)

GLOBALE

FARMACO RX

SISTEMA RESPIRATORIO

ANTIMICROBICI GENERALI PER USO SISTEMICO

AUTOMEDICAZIONE

Nessuna rilevante novità sul fronte del mercato dell’Automedicazione: ancora trend fortemente negativi nell’ultima settimana, che vede un calo a confezioni del -19,4% rispetto al 2019. La domanda è aumentata rispetto ai sette giorni precedenti, ma non in maniera tale da sostenere il recupero di questo mercato, fortemente penalizzato dalla minore diffusione delle patologie da raffreddamento e influenzali.

Si continuano infatti a registrare perdite rilevanti nelle vendite di antipiretici, prodotti per la tosse, decongestionanti così come in quelle di probiotici, anch’essi collegata ai trattamenti antinfluenzali. Ancora molto alta e in nuova crescita la domanda di prodotti per il rafforzamento del sistema immunitario quali vitamine, immunostimolanti, Sali Minerali, Multivitaminici e Multiminerali.

Stessa dinamica per i prodotti di automedicazione per il riposo notturno e di calmanti, la cui domanda sta continuamente crescendo e negli ultimi sette giorni ha registrato un trend del +20,5%.

(Visited 317 times, 1 visits today)

IMMUNOSTIMOLANTI

ANTIPIRETICI

 

 

(Visited 317 times, 1 visits today)

INSONNIA E BENESSERE MENTALE

DERMOCOSMETICA

Nella settimana che precede il Natale le vendite di prodotti di Dermocosmesi e Igiene sono nettamente cresciute rispetto ai sette giorni precedenti (+32,8%), come tipico del periodo. È però dal confronto però con l’anno passato che emerge tutta la criticità di questo mercato, che anche in una delle settimane più importanti dell’anno per il suo giro d’affari vede un trend molto negativo, pari al -13,3% a confezioni. Il progressivo da inizio settembre si conferma, così, in forte perdita, con un calo a confezioni del -9,5% rispetto allo stesso periodo del 2019.

In calo il mercato dei Trattamenti viso, con un trend del -12,3%, in cui è la componente degli Idratanti e Protettivi labiali a trascinare verso il basso le performance, con una perdita di quasi il 30% nell’ultima settimana. La componente dei prodotti dermocosmetici per l’antietà resiste meglio, perdendo “solo” il -3,1% rispetto al 2019, a testimonianza che in questo mercato la fedeltà alle marche tipiche del canale continua ad essere importante, tanto che il progressivo da inizio settembre a confezioni segna un +0,3%.

I Trattamenti per il Corpo, complessivamente, hanno performance migliori della parte viso: sul progressivo da settembre perdono il -3,3% contro il -9,9% dei Trattamenti Viso. I trend sono sempre negativi (-4,8% negli ultimi sette giorni) ma su livelli di perdita più contenuti. E’ soprattutto la componente di Idratanti e Pelli Sensibili a giocare un ruolo nell’arginare la perdita, mentre il mondo dei trattamenti anticellulite sta registrando trend molto più negativi.

(Visited 317 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI VISO

TRATTAMENTI CORPO

LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia