Una cosmesi sempre più social

Una cosmesi sempre più social

Il mercato cosmetico è in ripresa e, a fronte di un fatturato di 9.392 milioni di euro del 2014, il 2015 ha chiuso, secondo il preconsuntivo 2015 del Centro studi di Cosmetica Italia, con un fatturato di 9.450 milioni di euro (+0,5 per cento). In crescita, come al solito, le esportazioni (3.685 milioni di euro contro i 3.334 del 2014). Sono dati riferiti da Gian Andrea Positano, direttore del Centro Studi dell’associazione delle industrie cosmetiche, al convegno milanese “Bella in farmacia”. Per quel che riguarda il canale farmacia, il preconsuntivo del secondo semestre 2015 ha rilevato una crescita dell’1,8 per cento e le previsioni del primo semestre 2016 indicano una crescita dell’1,6 per cento. In discesa estetiste e acconciatori, ottime performance per erboristerie, vendite dirette e terzisti.

Per quel che riguarda i nuovi trend per il 2015-2017, secondo gli operatori del settore comprenderanno prodotti multifunzione per make up, viso e corpo, prodotti all in one e stagionali e colorazioni aggressive per i capelli. Il bio e il naturale domineranno sia nei prodotti viso e corpo sia nel comparto capelli, mentre nel make up si cercheranno texture sempre più perforanti. Le tematiche emergenti riguarderanno sicuramente l’ambito del green e del bio, i social media e il web, i prodotti multifunzione, il relax e la sensorialità. «Social commerce, social data e utilizzo di app dedicate saranno i driver vincenti», ha concluso Positano, «ma oltre l’80 per cento degli operatori del settore dichiara di non utilizzare ancora social network professionali dedicati al b2b. La comunicazione e lo sviluppo del brand, la ricerca di nuovi clienti, distributori e mercati e la fidelizzazione sono i principali miglioramenti attesi dal processo di digitalizzazione delle imprese».

(Visited 16 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia