Redazione

Cosmofarma 2013, restyling nella continuità

A Bologna dal 19 al 21 aprile si svolgerà la XVII edizione di Cosmofarma Exhibition. Molte le novità in programma, dall’approfondimento di 4 focus particolari – Baby-care, Pet-care, Food e Sanitario/Ortopedico – all’investimento internazionale, al ruolo attivo e di guida nella definizione delle tematiche convegnistiche. Al consigliere delegato di Sogecos, Dino Tavazzi, il compito di passare in rassegna i punti di forza della manifestazione.

Cosmofarma Exhibition è la manifestazione di riferimento  in Italia per il settore farmaceutico e una delle più importanti in Europa.… Continua a leggere

La farmacia di domani tra jekyll e hyde

L’attuale modello di farmacia che ha nell’etico il suo centro di gravità permanente non è più sostenibile, quello che il rimborsato sta perdendo a causa di tagli di spesa e calo dei prezzi può essere recuperato dall’area commerciale della farmacia soltanto se si fa ricorso alle tecniche e agli strumenti del marketing. E’ una delle indicazioni che arriva dal workshop organizzato venerdì scorso a Pisa da Laboratorio Farmacia (il think tank fondato da Franco Falorni, commercialista e docente di economia d’impresa) per parlare di futuro… Continua a leggere

Sanofi, fatturato 2012 con il segno più

Fattuato 2012 in crescita del 4,7% per Sanofi, che chiude l’anno poco sotto i 35 miliardi di euro. A rivelarlo è una nota diramata dall’azienda stessa, che fissa a poco più di 8 miliardi di euro l’utile netto registrato nel 2012, con un arretramento del 7% rispetto all’anno precedente. A spiegare il segno meno sarebbe la scadenza di alcune importanti protezioni brevettuali negli Usa, come il plavix. Il fatturato in salita, invece, godrebbe dell’effetto locomotiva dell’area diabetologica. Per il 2013, conclude la nota, le previsioni… Continua a leggere

Foresti nuovo Ceo di Fidia

Giorgio Foresti è il nuovo Chief Executive Officer di Fidia Farmaceutici, una delle prime produttrici mondiali di acido ialuronico.

Foresti gestirà la politica aziendale sul mercato italiano e si occuperà di sviluppare il business delle sedi estere e completare il processo di internalizzazione dell’azienda. Foresti proviene da una lunga esperienza nel comparto generico, prima in Ratiopharm e poi in Teva, ed è stato presidente di Assogenerici dal 2008 fino al gennaio scorso.

Fidia Farmaceutici è uno dei primi 20 gruppi italiani del comparto, opera nella… Continua a leggere

Gruppo Chiesi leader nella ricerca

Gruppo Chiesi in testa alle imprese italiane del farmaco per investimenti in Ricerca e Sviluppo secondo la classifica del Joint Research Centre della Commissione europea. La graduatoria è reperibile nell’edizione 2012 dell’EU Industrial R&D Scoreboard, dove la Chiesi raccoglie anche il nono posto nella classifica generale delle imprese nazionali e il dodicesimo tra le multinazionali europee del farmaco. «E’ la conferma» commenta Paolo Chiesi, vicepresidente e direttore Ricerca & Sviluppo del gruppo di Parma «il valore che il Gruppo Chiesi attribuisce all’innovazione quale motore della… Continua a leggere

Istat: produzione farmaci cala dell’8%

La produzione industriale italiana ha fatto registrare a dicembre nel comparto farmaceutico un calo dell’8%. Il dato arriva dal Rapporto mensile sulla produzione industriale dell’Istat. «E’ un dato che prevedevamo» ha commentato il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, a margine del convegno di venerdì dell’Aifa sull’accesso al farmaco «dicevamo da mesi che sarebbe successo e ci davano degli allarmisti: adesso arriva la conferma». Per il leader degli industriali, la tendenza è determinata dalla contrazione della domanda interna, che l’export riesce a compensare soltanto in parte.… Continua a leggere

Articolo 62, prevale la confusione

Filiera farmaceutica nel caos per l’articolo 62 sui tempi di pagamento nella compravendita di prodotti agroalimentari. La norma è quella del decreto “Salva-Italia” (legge 27/2012) che fissa scadenze strettissime (30 giorni per le merci deteriorabili e 60 per le altre) nelle transazioni commerciali dell’agroalimentare. L’obiettivo del provvedimento doveva essere quello di tutelare i produttori agricoli dallo strapotere dei grandi gruppi della distribuzione organizzata; poi nel mucchio è finito anche l’alimentare (integratori, biologici e dietetici compresi) e a ottobre, quando è stato varato il decreto attuativo,… Continua a leggere

Farmacie comunali, ora la moda è vendere

Non chiamateli saldi perché i prezzi non sono d’occasione, ma anche per le farmacie comunali è stagione di vendite. Colpa dei tagli ai trasferimenti, delle rigidità del Patto di stabilità e dei bilanci sempre più risicati di molte amministrazioni, fatto sta che l’elenco delle municipalità pronte a vendere è lungo, a tal punto da costringere a far tappa soltanto nelle grandi città. Bologna, per esempio: secondo notizie di stampa, il comune si starebbe preparando a dismettere la propria partecipazione in Afm, l’Azienda farmacie municipali, cui… Continua a leggere

Rapporto Osmed, farmaco a due velocità

Cala la spesa farmaceutica territoriale, cala quella privata, salgono soltanto distribuzione diretta/dpc e ospedaliera. Si riassumono in fretta le evidenze che arrivano dal Rapporto dell’Osmed sui consumi farmaceutici nei primi nove mesi del 2012: presentata venerdì alla stampa, la pubblicazione conferma l’immagine di un mercato farmaceutico dalle due facce, in cui innovatività e dinamismo sembrano appartenere soltanto al canale ospedaliero e l’acquisto privato – causa la crisi – non riesce più a compensare gli arretramenti della fascia A nel canale farmacia. Risultato, nel periodo gennaio-settembre… Continua a leggere

Roche, utili in crescita ma non in Italia

Utili in aumento a livello internazionale ma calanti in Italia per Roche, il colosso elvetico dell’industria farmaceutica. I risultati, ufficializzati di recente, vedono il fatturato globale dell’azienda in aumento del 4%, a 36,5 miliardi di euro, e un risultato netto di 9,7 miliardi di franchi svizzeri. «Siamo cresciuti ma dobbiamo registrare una pressione sui prezzi nel mercato europeo e quindi un calo delle vendite» ha detto l’amministratore delegato del gruppo, Severin Schwan. E’ il caso dell’Italia, dove Roche ha dovuto registrare un arretramento per il… Continua a leggere

Mediolanum torna in Italia

Mediolanum Farmaceutici torna a produrre in Italia dopo la cessione dell’impianto francese di Neuilly sur Marne, vicino a Parigi. A rendere possibile il rientro l’acquisto della fabbrica di Comazzo (Lodi) da Msd, che a sua volta aveva preso in carico la struttura nel 2009 a seguito della fusione con Schering-Plough. Senza tale passaggio di proprietà l’impianto lombardo sarebbe andato incontro alla chiusura, a causa di sovrapposizioni con altri impianti della multinazionale americana. «La conclusione positiva» ha spiegato il presidente e amministratore delegato di Msd, Pierluigi… Continua a leggere

Teva sponsor del basket lombardo

Teva diventa “main sponsor” delle squadre giovanili e del minibasket della Pallacanestro Varese. Il logo di Teva, in particolare, comparirà su tutto l’abbigliamento ufficiale delle due categorie, su annunci stampa, materiale promozionale e divulgativo, striscioni, pullmini e infine sull’album delle figurine e sul materiale del Camp Estivo. Il nuovo nome della società, Teva Pallacanestro Varese, sarà comunicato a giorni alla Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), da poco presieduta dal neoeletto Gianni Petrucci. «»Teva continua a sostenere lo sport, perché salute significa soprattutto fare prevenzione attraverso una… Continua a leggere

La crisi mette il vento in poppa al private label

La crisi dei consumi spinge il private label, i prodotti a marchio dei distributori. Lo dicono i dati: a fine dicembre la quota di mercato del comparto è arrivata al 17%, con una crescita del 7,3% rispetto all’anno precedente. Non siamo ancora ai livelli di alcuni dei nostri “vicini” (più del 40% in Gran Bretagna, 34% circa in Francia), ma il fenomeno è evidente e raggiunge dimensioni europee nel nord Italia, dove la private label assorbe circa un terzo delle vendite totali.

La tendenza, ormai,… Continua a leggere

Dilazioni, i grossisti tagliano a 90 giorni

Dilazioni di pagamento che ormai non superano i 90 giorni anziché i 120-180 di un tempo. E piglio deciso nei confronti di chi non rispetta le scadenze di pagamento. La crisi corrode sempre più in profondità le dinamiche consolidate della filiera farmaceutica e ridisegna i rapporti tra distribuzione intermedia e finale. E così, se fino a poco tempo fa i grossisti del farmaco scaricavano gran parte della competizione interna sulle condizioni di pagamento praticate alle farmacie, oggi la tendenza di tutte le aziende – cooperative… Continua a leggere

Assogenerici, avvicendamento ai vertici

Enrico Hausermann, amministratore delegato di Eg, è da una settimana il nuovo presidente dell’associazione produttori. Succede a Giorgio Foresti, alla guida dell’organizzazione dal 2008. Foresti, che in questi anni si è distinto per il suo contributo allo sviluppo degli equivalenti in Italia, ha rassegnato le dimissioni anche dalla presidenza di Teva Italia, assunta a novembre dopo aver passato la carica di amministratore delegato al francese Hubert Puech d’Alissac.

Ad Hausermann, che in Assogenerici già ricopriva la carica di vicepresidente, vanno gli auguri di buon lavoro… Continua a leggere

Farmaci, in Italia i prezzi più bassi

L’Italia è il paese europeo dove la Sanità pubblica “acquista” il farmaco al prezzo più conveniente: in media, il 19% in meno se a dispensare è la farmacia, l’8% se invece la distribuzione passa dall’ospedale. L’analisi, che conferma una realtà già nota agli addetti ai lavori, arriva dallo studio condotto dal Cergas-Bocconi per conto di Farmindustria relativi a cinque paesi: oltre al nostro Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna. I risultati vedono l’Italia detenere gran parte delle cifre con il segno meno, tranne qualche eccezione.… Continua a leggere

Essere Benessere, il “non canale” della prossimità

Il format che nega la canalità. E’ quello dei “city-stores” di Essere Benessere secondo Danilo Salsi, presidente del gruppo dall’insegna arancione: 80 punti vendita aperti nel 2012 (attraverso la riconversione dei 118 negozi acquisiti dall’operazione Blockbuster) e una formula inusuale per il retail italiano che guarda a esperienze come Walgreens o 7-Eleven. Il varo della flotta di Essere Benessere continua a far discutere e a dividere, ma Salsi (al timone della catena assieme al socio Fabio Pedretti) sembra compiaciuto per quest’avventura fuori dagli schemi.

Presidente,… Continua a leggere

Ctf Group entra in Secof

Ctf Group, cooperativa della distribuzione radicata nel bergamasco e un fatturato attorno ai 380 milioni di euro, sostituisce Farmintesa in Secof, la società europea fondata una decina di anni fa dalla spagnola Cofares. Nata per supportare le aziende del comparto intermedio controllate dai farmacisti con servizi e attività commerciali e per rappresentare il comparto a livello comunitario, Secof riunisce oggi distributori di una decina di paesi (uno per bandiera) e conta una rappresentanza nel Girp, l’associazione europea dei grossisti del farmaco. «L’attività principale» spiega Maurizio… Continua a leggere

Cambio alla presidenza di Federfarma.co

Cambio di timone in Federfarma.co, la società di servizi che fa capo alle cooperative della distribuzione. Cesare Guidi, massimo dirigente della Cooperativa farmaceutica lecchese, sostituisce infatti alla presidenza Guido Nocerino, che lunedì ha rassegnato le dimissioni davanti al Consiglio di amministrazione. A comunicarlo è la stessa Federfarma.co con una nota diffusa nel giorno stesso: oltre a Guidi, entrano a far parte del consiglio di amministrazione Vittorino Losio, che affianca alla vicepresidenza Paolo Zanini, e Antonello Mirone, che prende la segreteria. Nella seduta, il Cda ha… Continua a leggere

Takeda completa la fusione con Nycomed

Takeda Italia Farmaceutici spa completa il percorso di acquisizione di Nycomed spa con la fusione delle due aziende, che dal primo diventano una singola entità operativa sotto il nome di Takeda Italia spa. Ad annunciarlo un comunicato stampa del gruppo nipponico nel quale si conferma l’importanza del mercato italiano. «La nuova società» prosegue la nota «ha un’organizzazione solida e una pipeline di prodotti forte, pienamente in grado di promuovere una crescita sostenibile». Takeda, la più grande Azienda farmaceutica in Asia e la dodicesima posto nel… Continua a leggere