Il Gruppo Chiesi sottoscrive il Manifesto Contro la Violenza di Genere

Il Gruppo Chiesi sottoscrive il Manifesto Contro la Violenza di Genere

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si è celebrata come ogni anno il 25 novembre, Chiesi, gruppo biofarmaceutico internazionale orientato alla ricerca, ha sottoscritto con i sindacati CGIL, CISL e UIL il Manifesto contro la Violenza di Genere.

Ispirato alle Convenzioni UE e di Istanbul, il Manifesto ha l’obiettivo di responsabilizzare verso l’adozione di comportamenti attenti al rispetto e alla cura di tutti i collaboratori del Gruppo, comunicando in maniera trasparente le azioni necessarie da mettere in atto in caso di eventuali situazioni di violenza sul luogo di lavoro. Il documento è attualmente in vigore per l’Italia ma, essendo il risultato della strategia globale di Chiesi su questi temi, sarà presto esteso anche alle sue 30 Filiali nel mondo.

«Fiducia e rispetto reciproco, sono due degli elementi alla base del nostro operato e al centro di questo importante Manifesto. Ci impegniamo ad agire con azioni concrete in linea con i valori del Gruppo per garantire a tutti la possibilità di crescere nel proprio percorso professionale, valorizzando diversità e talenti. In Chiesi è, infatti, fondamentale che tutti possano esprimersi al meglio, trovando il giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. In caso di necessità, siamo pronti a fornire il supporto necessario per affrontare tutte le situazioni, anche quelle più critiche» ha commentato Giacomo Mazzariello, Chief Human Resources Officer del Gruppo Chiesi.

In qualità di Società Benefit e B Corp certificata, Chiesi è da sempre attenta al benessere delle persone e contraria ad ogni forma di discriminazione. Il Gruppo, che ha ottenuto nel 2022 il riconoscimento “Best Workplaces 2022” assegnato da Great Place to Work, si impegna, infatti, con azioni concrete a creare un ambiente di lavoro attento alla diversità, che valorizzi un approccio inclusivo e aperto nelle azioni quotidiane.

«Questo manifesto viene da lontano, è il frutto anche di un importante accordo sottoscritto in occasione del contratto integrativo, che nel 2020 impegnava le parti a condividere la volontà di costruire un percorso di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, realizzando iniziative congiunte. Rappresenta un’evoluzione culturale e un supporto concreto a lavoratrici e lavoratori, un bellissimo messaggio che parte da Parma per giungere fino a tutte le Filiali del Gruppo. Ma ciò che davvero potrà fare la differenza è il segnale che tale documento lancia, forte e chiaro, ovvero che c’è una forte condivisione di obiettivi comuni, che non mancherà di sensibilizzare e aumentare la vigilanza su un fenomeno che riguarda tutti noi, e che deve essere preso in carico collettivamente» spiegano Marco Todeschi FILCTEM CGIL, Germano Giraud FEMCA CISL e Sarah Leonelli UILTEC UIL, unitamente alla RSU aziendale.

(Visited 56 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia