Ad aprile la guerra frena la crescita italiana, ma la farmacia aumenta il giro d’affari

Dati aggiornati al: 30 Aprile 2022

Ad aprile la guerra frena la crescita italiana, ma la farmacia aumenta il giro d’affari

Anche aprile si chiude in positivo per il canale farmacia, come rileva il Barometro mensile di New Line Ricerche di mercato. In uno scenario in cui, a causa del conflitto in Ucraina, la crescita del pil 2022 scende da +4,1% a +2,4%e l’inflazione schizza al 5,9%, una fortunata combinazione di coda della stagione influenzale e avvio dei mercati primaverili risulta in un trend a fatturato (+6,7%) sia a confezioni (+5,8%).

Anche il confronto con il 2020 restituisce trend positivi sia a fatturato (+14,7%) sia a confezioni (+9,6%). Differenziali che si mantengono anche escludendo dal globale la componente dei sanitari: il trend sul 2021 passa a +5% a fatturato e +4,4% a confezioni, mentre quello sul 2020 diventa +12,5% a fatturato e +8% a confezioni.

Il consuntivo del primo quadrimestre dell’anno conferma la crescita del giro d’affari della Farmacia rispetto al 2021 (+8,4% a fatturato e +9,8% a confezioni). Anche il delta con il 2020 è stato ormai riassorbito (+2,3% a fatturato e +1,3% a confezioni) mentre la ripresa rispetto al 2019 non è ancora completa. In generale si tratta di segnali positivi che, uniti alla progressiva sospensione delle limitazioni legate al Covid, fanno ben sperare in vista del ritorno alla normalità. Tuttavia, è ancora difficile stimare l’impatto dell’aumento dell’inflazione e delle conseguenze della crisi ucraina sul canale. Siamo in presenza di un momento complesso per filiera e consumatori e i prossimi mesi saranno decisivi per determinare se si può parlare di una dinamica positiva a medio termine.

Nel primo quadrimestre dell’anno, la stagione influenzale ha mostrato una vera e propria doppia cuspide, con un aumento costante della curva dei contagi per tutto il mese di marzo e per gran parte di aprile (fonte Influnet). L’inizio della stagione primaverile nella seconda metà del mese ha coinciso con una progressiva riduzione dei casi, che a fine mese sono tornati sotto la soglia epidemica.

(Visited 272 times, 1 visits today)

Il dato degli ingressi nel mese di aprile riflette la dinamica del sellout, con un forte incremento rispetto allo stesso mese del 2021 degli ingressi totali (+9,5%) e un conseguente aumento anche di quelli per singola giornata lavorativa (+13,2%).

La performance media per singolo ingresso restituisce uno scontrino in lieve diminuzione sia in termini di fatturato (-1,5%) sia per quanto riguarda le confezioni (-2,6%). Anche alla fine del primo quadrimestre dell’anno si osserva come la dinamica di acquisto sia sempre più allineata alla normalità pre-pandemica.

(Visited 272 times, 1 visits today)

Sia RX sia Commerciale danno un contributo positivo ai risultati totali del canale ma con una netta prevalenza della libera vendita. Il comparto Etico conferma la tendenza di crescita sia a fatturato (+2,5%) sia a confezioni (+1,4%) ma è il Commerciale, analizzato al netto dei servizi tamponi, che continua a registrare i trend migliori: +8,2% a fatturato e +8,8% a pezzi.

(Visited 272 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL FARMACO

I numeri del farmaco Branded (circa l’80% del totale dei farmaci su ricetta) sono positivi sia a fatturato (+2,4%) sia a confezioni (+1,4%). Rispetto ai mesi scorsi, la componente GX (generico non branded) registra trend positivi ma in linea con il farmaco di marca: si parla infatti di, con un delta a fatturato di +2,9% e uno a confezioni di +1,5%.

(Visited 272 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL COMMERCIALE

Ottimi risultati per la Libera Vendita, spinti soprattutto dalle performance di Automedicazione e Sanitari

L’Automedicazione, che rappresenta circa il 58% del totale del comparto, riporta nel confronto con aprile 2021 trend in doppia cifra sia a fatturato (+13,1%) sia a confezioni (+13,4%). Su questi risultati hanno inciso prevalentemente i mercati legati all’influenza (Prodotti per la Tosse, per la Gola, Antinfluenzali e Decongestionanti Nasali), ma il parallelo inizio della stagione delle allergie ha soffiato sulle vendite degli Antistaminici.

Continua senza interruzioni invece il lungo trend positivo del segmento dei Sanitari, che comprende mascherine e tamponi per autotest: +6,9% a fatturato e +11,8% a confezioni rispetto all’anno scorso.

La Dermocosmetica, che contribuisce circa al 15% del totale commerciale, inverte finalmente le tendenze negative dei primi mesi dell’anno, registrando differenziali sostanzialmente flat sia a fatturato (+0,8%) sia a volumi (-0,8%). È incoraggiante vedere che la forbice con l’anno scorso sia praticamente chiusa, soprattutto dopo il primo bimestre dell’anno.

Anche ad aprile non decollano invece i mercati della Veterinaria: continuano i trend negativi sia in termini di fatturato (-4,5%) sia soprattutto per le confezioni (-10,7%). Nella seconda metà del mese c’è stata una timida partenza della stagione ma su valori decisamente inferiori rispetto all’anno scorso.

Il mercato degli Alimenti e Dietetici ha un andamento sostanzialmente flat a fatturato (-0,9%) ma ancora negativo a confezioni (-6,3%).

L’Omeopatia chiude invece il mese con trend negativi sia a fatturato (-14,2%) sia a confezioni (-18,4%).

(Visited 272 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

NL singolo