New Line RDM, Il Barometro di Aprile. Un mese difficile a volumi ma anche a valori, non si salva nemmeno il Farmaco Etico

Dati aggiornati al: 30 Aprile 2023

New Line RDM, Il Barometro di Aprile. Un mese difficile a volumi ma anche a valori, non si salva nemmeno il Farmaco Etico

Il mese di aprile si chiude con una rilevante contrazione del giro d’affari del canale farmacia che per la prima volta dall’inizio dell’anno coinvolge, oltre al mondo della Libera Vendita, anche il Farmaco Etico. Il Barometro di New Line Ricerche di Mercato fotografa infatti una contrazione del fatturato di -3,9% ma, come era già accaduto negli scorsi mesi, va molto peggio per quanto riguarda il differenziale dei volumi che chiude il mese a -9,3%.

Su questi risultati pesano diversi fattori, sia interni sia esterni al canale. Partiamo da uno sguardo al calendario: anche se il mese di aprile ha avuto lo stesso numero di festività dell’anno scorso, la Festa della Liberazione è caduta di martedì, incoraggiando chiusure prolungate anche al lunedì.

L’elemento più significativo è però ancora l’impatto del confronto con il periodo Covid: aprile 2022 ha coinciso infatti con un secondo picco nella diffusione di Omicron, anche se con una magnitudine minore rispetto al primo trimestre dell’anno scorso. L’effetto è stato un aumento degli accessi in farmacia, legati anche alla somministrazione dei tamponi, ma anche cambiamenti nelle dinamiche di acquisto.

Infine, anche il meteo ha svolto la sua parte: nel 2022 l’inizio anticipato della stagione primaverile aveva infatti stimolato l’avvio di mercati stagionali come i Solari, il mondo delle vitamine/Sali minerali e dei prodotti Dimagranti. Aprile 2023 è stato invece un mese caratterizzato da temperature più basse e da maltempo, una situazione che si sta protraendo anche nella prima metà di maggio e che continua a ritardare l’entrata in stagione dei segmenti tipici di questo periodo.

(Visited 415 times, 1 visits today)

ANALISI DEGLI INGRESSI

L’andamento degli ingressi, strettamente correlato al sell out, mostra una decisa riduzione, con un differenziale negativo sia a totale mese (-6,8%) sia per singola giornata lavorativa (-3,6%). Anche se il numero di giorni medi lavorati è mediamente inferiore (-3,3%), bisogna considerare che nel 2022 il picco di contagi e la legislazione sanitaria ancora in vigore si traducevano in un ampio numero di accessi legati all’acquisto o alla somministrazione di tamponi. L’analisi dello scontrino medio restituisce un paniere più scarico in termini di confezioni (-3,3%) ma con prodotti dalla battuta di cassa mediamente più alta (+2,8%).

(Visited 415 times, 1 visits today)

OVERVIEW CANALE

Il farmaco etico riporta differenziali negativi sia a fatturato (-2,4%) sia a confezioni (-4,7%) mentre la libera vendita è in decisa contrazione sia a fatturato (-5,8%) sia soprattutto a confezioni (-15,2%). Come per lo scorso mese, le diverse dinamiche di volumi e valori osservate a totale canale sono chiaramente amplificate andando in focus sul mondo commerciale, ma anche in questo caso considerare il totale del comparto al netto della componente Covid restituisce differenziali ancora negativi ma decisamente più confortanti sia a fatturato (-1%) sia a confezioni (-4,9%).

(Visited 415 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL FARMACO

Il farmaco Branded, stabilmente la componente principale del farmaco su ricetta con un peso del 78,71%, riporta trend negativi sia a fatturato (-3,4%) sia a confezioni ma leggermente negativi a confezioni (-5,6%). Il segmento GX (generico non branded), pur con un impatto sul giro d’affari nettamente inferiore, continua a registrare risultati migliori, con trend positivi a fatturato (+1,3%) ma ancora negativi a confezioni (-2,3%).

(Visited 415 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL COMMERCIALE

Come era accaduto nel mese di marzo, nel mondo della libera vendita la performance negativa del segmento dei Sanitari (-28,4% a fatturato e -38,9% a confezioni) è compensata principalmente da Automedicazione e Dermocosmetica.

L’Automedicazione, stabilmente il segmento principale del comparto, registra differenziali positivi a fatturato (+2,6%) ma negativi a confezioni (-1,7%). Come abbiamo anticipato, su questi risultati pesa principalmente la performance di mercati tipicamente primaverili come il mondo dei salini e delle vitamine, non ancora entrati in stagione a causa delle basse temperature.

Tra i segmenti più rilevanti della Libera Vendita è la Dermocosmetica a riportare i risultati migliori, con trend positivi sia a fatturato (+6,4%) sia a confezioni (+3,2%).

Continua la crescita del fatturato nel mercato della Veterinaria, con un trend di +7,1%, mentre le confezioni sono in perdita (-1,9%).

Trend positivi a fatturato (+4,6%) ma negativi (-1,6%) a confezioni per Il mercato degli Alimenti e Dietetici.

Il mondo Omeopatia peggiora i suoi risultati rispetto allo scorso mese, con trend negativi sia a fatturato (-5,6%) sia soprattutto a confezioni (-11,4%).

(Visited 415 times, 1 visits today)