Personal care: i claim vincenti sono “free from”, “rich in” e “naturalità”, la ricerca GS1

Personal care: i claim vincenti sono “free from”, “rich in” e “naturalità”, la ricerca GS1

Come sta cambiando il mondo del Cura Persona? L’ultima edizione dell’Osservatorio Immagino di GS1 Italy ha analizzato le informazioni sulle confezioni e i dati di vendita di oltre 20 mila prodotti del Personal Care nei supermercati e ipermercati italiani.

A confermare la sempre più attenzione alla sostenibilità dei consumatori italiani, secondo la ricerca le tre tendenze vincenti, e ormai consolidate nel mercato, sono free from, rich-in e naturalità. I claim che hanno avuto un boom acido ialuronico, senza coloranti e ingredienti naturali. Tra le tendenze emergenti figurano prebiotici/probiotici e peptidi.

«Abbiamo analizzato il mondo del cura persona per individuare come stanno evolvendo i prodotti e come l’innovazione, che in questo universo è fondamentale, viene comunicata ai consumatori attraverso le etichette» spiega Marco Cuppini, research and communication director di GS1 Italy. «L’Osservatorio Immagino ha così messo in luce le tante tendenze, alcune macro e altre ancora in fase embrionale, che stanno cambiando questo comparto merceologico e che mostrano come questo mondo partecipi alle tendenze valoriali dominanti nel largo consumo».

Il fenomeno più consolidato nel cura persona è quello del free from, che accomuna oltre 3 mila prodotti con quasi 395 milioni di euro di sell-out, pari al 13,1% del giro d’affari rilevato. Nei 12 mesi considerati dall’analisi, le vendite sono rimaste stabili, per effetto della dinamica tra i 13 claim rilevati, alcuni in calo (come il “senza parabeni” che perde il 15,4%) e altri in forte espansione, come “senza coloranti” (+31,9%) e “senza conservanti” (+12,5%).

Il secondo paniere costruito dall’Osservatorio Immagino è quello del rich-in: comprende 1.567 prodotti accomunati dalla presenza sulla confezione di uno o più dei 7 claim individuati e che si riferiscono ad altrettante sostanze benefiche. È il fenomeno più dinamico dell’anno: in 12 mesi le vendite sono aumentate di +2,9%, superando i 150 milioni di euro di sell-out in supermercati e ipermercati. Il rich-in è anche il mondo in cui l’innovazione dell’offerta è maggiore e trainante, come conferma l’andamento molto positivo dei claim più recenti, a partire dalla presenza di acido ialuronico (+17,8% di vendite). Nuovi ingredienti benefici, intanto, conquistano gli italiani: si tratta, in particolare, di probiotici/prebiotici (+37,9%) e di peptidi (+8,9%).

L’onda del “naturale” ha investito da tempo anche il mondo dei prodotti destinati all’igiene e alla cura personale. L’Osservatorio Immagino ha individuato 2.295 prodotti che segnalano in etichetta la presenza di ingredienti di origine naturale o vegetale oppure certificati come biologici. Complessivamente hanno generato 160 milioni di euro di vendite, in crescita annua di +1,7%. Il segmento più rilevante a valore è quello degli 846 prodotti che sottolineano in etichetta l’utilizzo di ingredienti di origine naturale: con i loro 87,4 milioni di euro realizzano quasi la metà del giro d’affari di quest’universo. E sono anche il segmento più dinamico, grazie a una crescita annua di +7,7%. Negativo, invece, il bilancio annuo delle vendite dei 1.578 prodotti con certificazione biologica (-3,0%) e dei 153 che segnalano l’uso di ingredienti di origine vegetale (-0,3%).

(Visited 138 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia