Sei mesi in farmacia: il benchmark del 2022 è una sfida. Il fatturato è salvo, i volumi molto meno

Dati aggiornati al: 30 Giugno 2023

Sei mesi in farmacia: il benchmark del 2022 è una sfida. Il fatturato è salvo, i volumi molto meno

La farmacia chiude i primi sei mesi dell’anno senza essersi lasciata alle spalle le difficoltà che hanno caratterizzato il primo trimestre. Il dato a consuntivo aprile-giugno 2023 rilevato da New Line Ricerche di Mercato fotografa una situazione in cui il fatturato tiene (+0,3%) anche se peggiora di un punto percentuale rispetto al primo trimestre (che si era chiuso a +1,4%), ma le vendite a confezioni (-5,8%) sono sempre decisamente critiche (il dato dei volumi è identico al primo trimestre).

C’è da dire che il primo semestre del 2022, ancora influenzato dalla dinamica dei contagi Covid, rappresenta un benchmark molto sfidante per la farmacia che è stata poi ulteriormente penalizzata dalla primavera incerta del 2023.  Ne hanno risentito in particolare i mercati stagionali dell’Automedicazione-come il mondo delle Vitamine- e della Dermocosmesi, specialmente il segmento dei Solari e dei Dimagranti. In questo caso il confronto con il 2022 è ancora più difficile perché il caldo anticipato era stato un grande boost per le vendite già dall’inizio di maggio.

Una serie di fattori esogeni che, di fatto, impattano tutte le macroaree della farmacia. La Libera Vendita, che riportava nel primo trimestre differenziali di -2,3% a fatturato e -15,5% a confezioni, non riesce a invertire la tendenza e chiude il periodo aprile-giugno con -3,2% a fatturato e -12,1% a confezioni.

Ma nemmeno il mondo dell’Etico è al riparo: dopo aver chiuso il primo trimestre con +2,3% a fatturato e +4,6% a confezioni, registra nel periodo aprile-giugno +1,2% a fatturato e -1% a confezioni.

(Visited 1.275 times, 1 visits today)

 

 

Venendo quindi al dato globale di chiusura semestre (+0,3% a fatturato e -5,8% a confezioni) il Farmaco Etico, che ha un peso intorno al 56% sul giro d’affari del canale, registra trend positivi sia a valori (+2,9%) sia a volumi (+0,6%). La Libera Vendita, che pesa circa per il 44% del totale, traina verso il basso il canale.

(Visited 1.275 times, 1 visits today)

ETICO

I numeri del farmaco Branded (circa il 78,6% del totale dei farmaci su ricetta) sono positivi a fatturato (+2%) ma flat a confezioni (-0,3%). La componente GX riporta i trend migliori, con un delta a fatturato di +6,4% e uno a confezioni di +3,0%.

(Visited 1.275 times, 1 visits today)

COMMERCIALE

Nel mondo Out of Prescription, a fare da contraltare ai risultati fortemente negativi dei Sanitari sono sia l’Automedicazione sia la Dermocosmetica.

L’Automedicazione, che rappresenta il 61% del totale comparto, mette a segno trend positivi sia a fatturato (+9,0%) sia a confezioni (+4,9%).

La Dermocosmetica aumenta ulteriormente la propria rilevanza nel comparto rispetto al primo trimestre, passando da 15,3% a 16,7%. Il primo semestre dell’anno si chiude con differenziali decisamente positivi sia a fatturato (+7,8%) sia a confezioni (+4,2%).

La Veterinaria riporta trend positivi a fatturato (+9,7%) ma i volumi rimangono flat (+0,3%). Come era già accaduto nel primo trimestre, si mantiene ampia la forbice tra i due differenziali, un chiaro effetto dell’aumento di prezzo dei listini.

I trend a consuntivo per gli Alimenti e Dietetici sono positivi a fatturato (+6,0%) ma negativi a confezioni
(-1,0%), mentre l’Omeopatia prosegue nella sua dinamica negativa, sia a fatturato (-4,4%) sia soprattutto a confezioni (-11,3%).

(Visited 1.275 times, 1 visits today)