Inflazione record, salgono i prezzi nella GDO. Bene le vendite del Personal Care

Inflazione record, salgono i prezzi nella GDO. Bene le vendite del Personal Care

Balza al 4,8% l’inflazione in Italia. Il dato di gennaio, comunicato dall’Istat, è il più alto registrato dal 1996. Volano i prezzi dei beni energetici (la cui crescita passa da +29,1% di dicembre a +38,6%) e il carrello della spesa sale al +3,2%.

Le ultime notizie sulla crisi Russia-Ucraina spengono le speranze di una diminuzione a breve dell’inflazione. Difficile immaginare un assestamento dei prezzi delle materie prime una volta esaurita la pressione sulla ricostituzione delle scorte. Gli analisti rivedono al rialzo le previsioni relative all’inflazione e il rischio è di bloccare, o addirittura invertire la crescita,

In base al monitoraggio di IRI, anche il Largo Consumo Confezionato nella Distribuzione Moderna nel primo mese del 2022 comincia a risentire dell’aumento dei costi segnando una prima netta accelerazione dei prezzi (+1,4%). Contemporaneamente si registra un calo dei volumi di vendita (-1,3%) ma è un numero viziato dal confronto con il picco delle vendite che aveva coinciso con i lockdown della seconda ondata pandemica (inizio 2021).

 

 

 

Il Discount mantiene un apprezzabile tendenziale positivo delle vendite a valore (+3,3%), rosicchiando così ancora qualche decimo di punto di quota di mercato ad Ipermercati, Supermercati e Libero Servizio Piccolo. In sviluppo anche i ricavi negli Specialisti Casa e Persona.

 

 

Le spinte inflazionistiche fanno salire i prezzi in tutti i canali, anche se in misura diversa. L’accelerazione dei prezzi è evidente soprattutto nei Discount.

 

 

Il trend delle vendite del Personal Care è decisamente positivo. Ma è anche vero che il profilo di crescita in in questo mese è fortemente influenzato dal confronto con gennaio 2021, durante il quale i comportamenti di acquisito erano condizionati dalle restrizioni sociali della seconda ondata pandemica, non ancora sufficientemente contrastata dalla campagna vaccinale.

 

 

 

A gennaio le Marche Industriali registrano andamenti peggiori rispetto alla Marca del Distributore. La MDD, infatti, inaugura il nuovo anno con un lieve progresso della propria quota di mercato in Ipermercati, Supermercati e Specializzati Casa e Persona.

 

 

Da segnalare infine che, nell’universo distributivo, gli specializzati Casa Persona e Discount emergono sempre di più rispetto agli altri canali.

 

(Visited 178 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

IRI