IRI: ora soffre anche il Discount. La marca del distributore è rimasta l’unico rifugio per le famiglie italiane

IRI: ora soffre anche il Discount. La marca del distributore è rimasta l’unico rifugio per le famiglie italiane

Ancora in calo le vendite nel Largo Consumo Confezionato. Se dicembre è stato un flop, a gennaio va ancora peggio. Tra offline e online, la contrazione arriva al -4,5% a volumi. Sono i dati che arrivano dall’aggiornamento mensile sulla GDO di IRI Ricerche di Mercato.

Un calo così marcato degli acquisti è la risposta dei consumatori a un’inflazione che nel comparto ha raggiunto +12,7%. Le famiglie si vedono costrette a ridurre anche le spese fondamentali, come quelle legate al paniere alimentare.

 

 

 

E, se fino ad ora, il Discount aveva rappresentato il rifugio per le famiglie italiane che hanno visto nei mesi il loro potere d’acquisto diminuire sempre di più, a gennaio si riducono le vendite anche in questo formato.

La convenienza non basta più, anche perché, agli occhi dei consumatori, è sempre meno conveniente (per mesi, infatti, i rincari nei Discount sono stati sensibilmente superiori rispetto agli altri canali).

 

 

In questo scenario preoccupante che coinvolge praticamente tutti i formati, si salvano solo gli Specialisti Casa e Persona.

Ancora in calo le promozioni (-0,7 punti % rispetto alla controcifra 2022) ma in questo mese si tratta di una flessione meno pronunciata rispetto a quello che è accaduto negli ultimi mesi del 2022. La minore attività promozionale accomuna sia la Marca Industriale che le Marche del Distributore.

 

 

 

La marca del distributore vince anche nel personal care

Ma a questo punto, se nemmeno più il Discount è più il rifugio delle famiglie italiane, la marca del distributore lo è invece sempre di più: la MDD apre infatti il 2023 mettendo a segno un progresso molto importante (+1,9 punti di quota di mercato), sospinta anche dal balzo dei reparti Cura Persona e Cura Casa che fino all’anno scorso contribuivano poco alla loro risalita.

 

 

I forti rincari e il confronto con la controcifra elevata del 2022 amplificano la contrazione delle vendite a volume del Cura Persona nel primo mese del 2023.

 

 

Nel paniere dei prodotti del Cura Persona, IRI segnala rialzi a due cifre della domanda a volume di Cura Viso Donna, Fazzoletti di Carta e Prodotti per Incontinenza. In sensibile calo Pannolini, Shampoo e Assorbenti Esterni.

Mentre nel Petcare c’è ancora uno spunto positivo per gli acquisti dei prodotti per l’Igiene del Gatto e l’Alimentazione Canina. In crescita anche l’Alimentazione Gatto ma a tassi più contenuti. Numeri fortemente negativi per le Lettiere (volumi -14,2%).

(Visited 202 times, 1 visits today)