I prodotti stagionali, anche del Personal Care, mitigano il calo delle vendite nella GDO a maggio

I prodotti stagionali, anche del Personal Care, mitigano il calo delle vendite nella GDO a maggio

Prosegue la corsa dei prezzi sul fronte dei mercati internazionali delle materie prime e non si arresta l’inflazione. Il Largo Consumo Confezionato nella Distribuzione Moderna sta trasferendo da qualche mese l’aumento dei costi sui prezzi finali, con evidenti ripercussioni sui volumi. E a maggio si registra un’ulteriore ascesa in tutti i comparti secondo i dati di IRI ricerche di mercato.

 

 

Ma l’estate in anticipo, con le ondate di caldo anomalo registrate nella seconda settimana di maggio ha impennato la domanda dei prodotti stagionali, mitigando così la flessione del comparto LCC nel suo complesso dovuta alla risalita dei prezzi medi. A fare da contraltare al calo delle vendite sono le bevande analcoliche, molti prodotti del Cura Persona e dei gelati.

 

 

 

Per quanto riguarda il Personal Care, l’anticipo dell’estate ha innalzato in particolare gli acquisti di prodotti per la depilazione, per l’igiene personale e dei solari.

 

 

In terreno positivo, nel bilancio dei primi 5 mesi del 2022, le vendite a volume nei Discount e negli Specialisti Casa e Persona. Nel generale aumento dei prezzi le famiglie scelgono il discount che si conferma il canale vincente nel bilancio dei primi cinque mesi del 2022, sottraendo quote di vendita ai formati distributivi «classici», nonostante stia trasferendo aumenti dei prezzi percentualmente molto maggiori.

 

 

Il ricorso al Hi-Lo promozionale scende ancora in maggio rispetto alla controcifra, sia per i Marchi Industriali sia per quelli del Distributore. Le Marche del Distributore (nella DM «classica») continuano a «limare» decimi di punti di quota di mercato alle Marche Industriali. La crescita è concentrata principalmente nell’Alimentare e Bevande.

 

 

A maggio i livelli assortimentali crescono significativamente solo nei Discount. Si osserva congiuntamente un arretramento del referenziamento a scaffale (nella DM «classica») per l’Industria di Marca e un forte rallentamento della crescita per le Marche del Distributore.

 

(Visited 58 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

IRI