Banco Farmaceutico, una settimana per donare farmaci, l’impegno di 17.000 farmacisti

Banco Farmaceutico, una settimana per donare farmaci, l’impegno di 17.000 farmacisti

Sono cinquemila le farmacie che aderiscono in tutta Italia alla Giornata di raccolta del farmaco (Grf), che quest’anno durerà una settimana, da martedì 8 a lunedì 14 febbraio.

Come ogni anno saranno raccolti farmaci da banco, che saranno consegnati a 1.800 realtà assistenziali, offrendo gratuitamente cure e medicine a persone in difficoltà.

«Anche quest’anno le farmacie partecipano attivamente alla Giornata di raccolta del farmaco», ha dichiarato Marco Cossolo, presidente di Federfarma.

«Noi farmacisti, che abbiamo lavorato per supportare i cittadini anche nelle fasi più dure della pandemia, riscontriamo purtroppo ogni giorno che le aree di sofferenza e di povertà sanitaria sono cresciute enormemente nell’emergenza pandemica».

Oltre 17.000 farmacisti coinvolti

L’iniziativa è resa possibile grazie dall’impegno di oltre 17.000 farmacisti, tra titolari e collaboratori, che oltre a ospitare la Grf la sostengono con erogazioni liberali. Inoltre, a supporto ci saranno più di 14.000 volontari. Le farmacie aderenti coinvolte esporranno un volantino.

Nel 2021, sono state raccolte 465.019 confezioni di farmacia, pari a un valore di 3.640.286 euro. Questa cifra copre solo parzialmente i bisogni delle persone in condizione di povertà sanitaria, che l’emergenza pandemica, ha aggravato. Nel 2021, erano 597.560, 163.387 in più rispetto alle 434.173 del 2020. Si è registrato, quindi, un incremento del 37,63% delle persone indigenti che hanno chiesto aiuto a 1.790 realtà assistenziali convenzionate con il Banco Farmaceutico per farsi curare. Per dar loro sostegno, tali realtà hanno chiesto al Banco 980.562 confezioni di medicinali. Attraverso la Grf, è stato possibile coprire il 47,4% del loro fabbisogno.

In particolare in Lombardia, lo scorso anno, sono state raccolte nelle farmacie sul territorio 138.663 confezioni, pari al 29% del totale realizzato a livello nazionale, a cui se ne sono aggiunte ulteriori 49.000, grazie a un contributo di 500.000 euro assegnato al Banco Farmaceutico da Regione Lombardia. Quest’anno sono oltre 1.200 le farmacie che hanno aderito all’iniziativa: qui saranno poi i farmacisti a raccogliere i prodotti donati e a farli pervenire, tramite le associazioni benefiche, a chi in questo momento non riesce a permetterseli; infatti, ogni farmacia è associata a un ente, che poi provvederà a consegnare alle persone in difficoltà economica i prodotti donati. La raccolta sarà, dunque, più personalizzata e i farmacisti sapranno consigliare i cittadini su quali medicinali sia più opportuno donare in base al fabbisogno delle diverse associazioni.

La Grf si svolge con il patrocinio di AIFA e in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Egualia e BFResearch. Ed è realizzata grazie al contributo incondizionato di IbsaFarmaceutici e Teva Italia e con il sostegno di EG Stada Group, Doc Generici, Dhl Supply Chain, Bausch&Lomb, Unico – La Farmacia dei Farmacisti S.p.A. e gruppo Comifar.

(Visited 86 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia