Nelle farmacie Experta consulenze sul benessere femminile

Nelle farmacie Experta consulenze sul benessere femminile

La farmacia è il luogo dove molte donne entrano a chiedere consiglio per i disturbi dell’apparato uro-genitale. Ancor più in questi mesi di emergenza Covid-19, in cui ancora persistono difficoltà di accesso ad alcuni ambulatori e un certo timore a muoversi verso strutture mediche. In questo contesto è significativa l’iniziativa Benessere Intimo in Farmacia”, che prevede la possibilità di usufruire del consiglio non solo del farmacista, ma anche di una ostetrica in farmacia.

Ostetrica in farmacia nel mese di ottobre

L’iniziativa è proposta da Saugella, brand Mylan di prodotti per l’igiene intima, e il network di farmacie Experta, grazie alla quale sarà possibile, nelle farmacie aderenti, prenotare la consulenza gratuita di un’ostetrica su alcuni disturbi femminili legati alla sfera intima. Un progetto che accomuna un brand impegnato nella salute femminile e un network che guarda alla necessità di una nuova farmacia in grado di unire prevenzione e presa in carico del paziente in tutte le sue esigenze di salute e benessere.

Il progetto verrà realizzato in 31 farmacie Experta aderenti alliniziativa, presenti principalmente in Piemonte e Liguria, da metà settembre a fine ottobre. Nella giornata selezionata da ogni farmacia, l’ostetrica sarà a disposizione, su appuntamento, per dare alle donne consigli e informazioni su candida, cistite, prurito e secchezza vaginale. L’occasione di un consulto gratuito è un’opportunità per le donne di confrontarsi con un’esperta autorevole e competente in farmacia, per comprendere meglio alcune problematiche che affrontano nella loro quotidianità e individuare le soluzioni più adatte per ritrovare il benessere.

«Con la campagna “Benessere intimo in farmacia: i consigli dell’ostetrica” vogliamo prevenire e sostenere, attraverso un’idonea informazione, la salute intima delle donne» ha spiegato a Pharmaretail Davide Cocirio, Ad di Farmacie Comunali Torino «Siamo di fronte ad un esempio di quella che sarà, nel prossimo futuro, la farmacia dei servizi: una farmacia che informa e aiuta i cittadini, grazie anche alla collaborazione di figure sanitarie diverse; una farmacia che va incontro alle esigenze della popolazione, soprattutto in questa fase critica, nella quale è stato più difficile confrontarsi con i professionisti sanitari. La possibilità, inoltre, di avere una consulenza da parte di un’ostetrica sui disturbi più o meno fastidiosi del proprio intimo riduce gli accessi in ospedale e i possibili rischi di contagio. Questi percorsi diagnostico-terapeutici sono l’espressione di una reale presa in carico del paziente e stanno crescendo nel tempo».

Il network di farmacie Experta, frutto della joint venture tra un distributore intermedio (Unifarma), una cooperativa di farmacie private (Farmauniti) e una

azienda di farmacie comunali (Farmacie Comunali Torino), si propone come un nuovo concept, studiato per rispondere ai bisogni del paziente; non solo quindi un punto di dispensazione di farmacia ma un vero e proprio presidio sanitario innovativo sul territorio, anche grazie a un team di esperti nel prendere in carico la persona per tutte le sue esigenze di salute e benessere. Il presupposto alla base di questo nuovo approccio è quello di trovare una strategia per rispondere ai bisogni emergenti dei pazienti e ai nuovi processi di acquisto e consumo, differenziandosi rispetto ai competitor.

Al farmacista il network offre un futuro di crescita basato su una forte collaborazione e superando la tipica relazione fornitore/acquisti, combinando le capacità del titolare con la solidità e l’organizzazione di un grande gruppo.

(Visited 180 times, 1 visits today)