Telemedicina, cronicità e screening: la farmacia lombarda al centro della trasformazione digitale

Telemedicina, cronicità e screening: la farmacia lombarda al centro della trasformazione digitale

Il ruolo delle farmacie di comunità in Lombardia si conferma imprescindibile nell’ambito del sistema sanitario regionale e vicino ai bisogni dei cittadini, dalle campagne di screening alle vaccinazioni, dalla gestione delle cronicità alla dispensazione di farmaci nuovi e più complessi, la rete delle farmacie lombarde può contare su 3.026 presidi con 14.000 addetti, per un’offerta di servizi e prestazioni sempre più ampia agli 800.000 lombardi che ogni giorno entrano in farmacia. Del futuro della farmacia dei servizi in Lombardia si è parlato nell’ evento “Quale ruolo per le farmacie nella digitalizzazione e prossimità per il sistema sanitario lombardo” realizzato da Federfarma Lombardia e The European House-Ambrosetti, in collaborazione con Banco Bpm e con il contributo non condizionante di Eg Stada e Teva.

Lavorare per rafforzare la farmacia dei servizi nelle sue diverse declinazioni

«In questi ultimi anni di emergenza sanitaria e di grande pressione verso tutti gli operatori sanitari, la farmacia risulta parte essenziale per il sistema sanitario lombardo. La croce verde non si è mai spenta, ma ha certificato il suo ruolo fondamentale come primo presidio di prossimità. Regione Lombardia è locomotiva per il raggiungimento degli obiettivi del Pnrr come il potenziamento del Fascicolo sanitario elettronico, promuovendo inoltre lo sviluppo della telemedicina», spiega Marco Alparone, vice presidente e assessore al Bilancio di Regione Lombardia. «Prossimità, innovazione e uguaglianza sono le parole chiave della Missione Salute, la sesta area di intervento previsto dal Pnrr. Una sfida che sapremo affrontare insieme con Regione Lombardia al fianco dei farmacisti, dei pazienti, dei cittadini, di tutti i lombardi».

Il Bando di Aria per l’affidamento del servizio di Infrastruttura Regionale di Telemedicina per un valore economico di 279,4 milioni di euro è di giugno 2023: quello della telemedicina è uno degli ambiti in cui le farmacie possono dare un contributo importante attraverso la loro attività, nell’ottica di semplificare i percorsi diagnostico-terapeutici e snellire le liste d’attesa. In aggiunta, le farmacie lombarde danno un contributo essenziale al sistema nell’ambito delle vaccinazioni contro il Covid-19 e l’influenza e, auspicabilmente presto, anche contro lo pneumococco e l’herpes zoster, con l’obiettivo di aumentare le coperture vaccinali nell’adulto.

«Stiamo lavorando per rafforzare la farmacia dei servizi nelle sue diverse declinazioni, impegnandoci nella prevenzione, nella cura e nell’assistenza ai cittadini. La nostra regione è stata la prima in Italia a dotarsi di linee guida sulla farmacia dei servizi, con regole chiare e omogenee su tutto il territorio: uno step fondamentale che permette ai presidi farmaceutici di organizzare e proporre prestazioni in grado di rispondere al meglio ai bisogni della collettività», spiega Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia. «La nostra mission principale rimane, comunque, la dispensazione del farmaco. Prosegue, infatti, favorevolmente la collaborazione con Regione Lombardia per assicurare una distribuzione dei farmaci moderna e innovativa, nell’ambito del contenimento dei costi».

La Delibera di Giunta Regionale dello scorso 8 agosto che ha approvato il documento “Indicazioni sulla farmacia dei servizi”, con la definizione di linee guida che uniformano sul territorio le disposizioni in materia, rappresenta un importante passo avanti nel rendere la farmacia un presidio territoriale sempre più fondamentale nella rete socio-sanitaria regionale. A fine agosto 2023, le “croci verdi” lombarde, oltre all’attività tradizionale di dispensazione dei farmaci, hanno consentito la prenotazione di 1,5 milioni di visite specialistiche, realizzato più di 560.000 operazioni di scelta e revoca del Mmg e raccolto più di 1,7 milioni di campioni per lo screening del colon-retto.

Nell’ambito del contrasto alle malattie infettive, le 1.010 farmacie che effettuano vaccinazioni hanno somministrato più di un milione di vaccini anti-Covid e quasi 200.000 dosi di vaccino antinfluenzale; 1.086 sono invece i presidi farmaceutici che effettuano il test dello streptococco.

Il coinvolgimento sempre maggiore delle farmacie nella gestione della cronicità e nel monitoraggio dell’aderenza terapeutica, ma anche a sostegno alle campagne di screening e prevenzione fa sì che esse forniscano un contributo importante al mantenimento della buona salute e quindi alla sostenibilità del sistema sanitario e, più in generale, di quello socio-economico.

«I farmacisti sono al centro della rete di prossimità lombarda e svolgono un importante ruolo a supporto del Servizio Sanitario Regionale, garantendo una risposta assistenziale tempestiva e vicina ai bisogni di salute dei cittadini», dichiara Andrea Mandelli, presidente della Fofi. «La recente delibera che dà piena e uniforme attuazione alla Farmacia dei servizi lombarda sottolinea la centralità del nostro ruolo di erogatori di servizi di prevenzione – in particolare vaccinazioni e screening – e attori della presa in carico per il potenziamento dell’aderenza terapeutica e della gestione delle cronicità sul territorio. Le crescenti opportunità offerte dalla telemedicina e l’ampliamento dell’offerta dei vaccini somministrabili in farmacia possono rafforzare ulteriormente l’apporto dei farmacisti al Ssr, orientato al miglioramento della salute di tutti i cittadini».
D’altra parte le aziende presenti all’evento hanno posto l’accento sul tema sostenibilità. Umberto Comberiati, Ad di Teva Italia ha rivendicato un maggior sostegno alle aziende di farmaci equivalenti, ricordando come i generici facciano risparmiare ingenti somme al Ssn. Sulla farmacia dei servizi il manager ha affermato che dalla sinergia tra farmacia e industria può nascere una sempre più efficiente gestione della cronicità sul territorio, partendo dal presupposto che ai pazienti over 75 è destinato circa il 40% della spesa sanitaria regionale.

(Visited 163 times, 1 visits today)