Come l’intelligenza artificiale cambia il modo in cui le farmacie creano contenuti

Come l’intelligenza artificiale cambia il modo in cui le farmacie creano contenuti

L’intelligenza artificiale sta diventando una componente della nostra vita quotidiana-pensiamo per esempio agli assistenti vocali sempre più presenti nelle nostra case-e sta rapidamente influenzando il modo in cui le aziende creano e diffondono i loro contenuti.

In altri Paesi anche le farmacie stanno iniziando a sfruttare l’IA per ottimizzare il loro processo di creazione di contenuti e offrire informazioni accurate e tempestive ai loro clienti.

Un sistema efficace anche per prevenire la disinformazione, particolarmente pericolosa quando riguarda la salute, perché gli algoritmi di intelligenza artificiale sono in grado di intercettare bufale e fake news. Per raggiungere questo obiettivo, utilizza un algoritmo che rileva qualsiasi tipo di disinformazione in tempo reale e la filtra prima che ci raggiunga attraverso le piattaforme dei social media o altri canali in cui possiamo condividere le nostre opinioni con gli altri.

Uno dei modi interessanti in cui l’IA viene utilizzata è per monitorare tendenze e ricerche online, consentendo alle farmacie di identificare quali argomenti sono più popolari e rilevanti per i loro clienti e quindi di creare contenuti che rispondano a queste esigenze. Inoltre, l’IA può aiutare a rilevare eventuali errori o informazioni obsolete nei contenuti esistenti, garantendo che le farmacie forniscano sempre informazioni accurate e aggiornate. L’IA può essere utilizzata anche per creare contenuti personalizzati per i singoli clienti.

Le farmacie, attraverso l’IA, possono raccogliere informazioni sui prodotti che un cliente ha acquistato in passato e creare contenuti personalizzati per aiutarli a gestire l’area del benessere e salute. Può essere molto interessante offrire un servizio di questo tipo realizzando punti informazione digitali da inserire in farmacia o link sul sito per reperire informazioni personalizzate.

Inoltre, l’IA può diventare uno strumento per ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca, assicurando che le farmacie siano facilmente trovate online dai loro clienti. Questo può essere particolarmente utile per quelle farmacie che operano in una zona con un’alta concorrenza e che desiderano distinguersi per qualche particolare servizio o offerta.

L’utilizzo dell’IA  per le farmacie diventerà con il tempo rapidamente una pratica standard. Attraverso il monitoraggio delle tendenze e delle ricerche online, la creazione di contenuti personalizzati e l’ottimizzazione per i motori di ricerca, aiuterà le farmacie a creare contenuti rilevanti minimizzando tempi e costi.

Vi proponiamo alcune soluzioni utili al farmacista per creare contenuti da utilizzare sui social, sul sito o su altri touchpoint digitali basati sull’intelligenza artificiale:

  1. Utilizzare un software di creazione di contenuti che utilizza l’IA per generare testo basato su un modello specifico.
  2. Utilizzare un’app di intelligenza artificiale per l’analisi del sentimento sui social media per monitorare le reazioni dei clienti ai prodotti e fornire feedback in tempo reale.
  3. Utilizzare un’app di traduzione basata sull’IA per creare contenuti in diverse lingue per raggiungere un pubblico più ampio.
  4. Utilizzare un’app di riassunto basata sull’IA per creare riepiloghi di articoli o documenti di ricerca per condividere informazioni importanti con il pubblico in modo più efficiente.
  5. Utilizzare un’app di intelligenza artificiale per la generazione di titoli accattivanti e descrizioni di prodotto per aumentare l’interesse del pubblico sui social.
  6. Utilizzare un’app di intelligenza artificiale per la creazione di infografiche o immagini per rendere i contenuti più visivamente interessanti e facili da capire.
  7. Utilizzare un’app di intelligenza artificiale per l’analisi dei dati per raccogliere informazioni importanti sui trend del mercato e utilizzarli per creare contenuti rilevanti e di valore.

Esistono diversi strumenti deputati a queste funzioni. Alcuni di questi, come quelli che trovate qui di seguito, sono completamente gratuiti:

  • AI Writer: utilizza l’IA per generare testo basato su un modello o un prompt specifico, offrendo una soluzione veloce e facile per creare contenuti.
  • DeepL Translator: è uno strumento di traduzione basato sull’IA che permette di tradurre testi in diverse lingue, e creare contenuti multilingue.
  • Hemingway App: è un’app che utilizza l’IA per aiutare a rendere i testi più semplici e accessibili e comprensibili per tutti.
  • Canva: è uno strumento di progettazione grafica basato sull’IA permette di creare infografiche e immagini accattivanti, per rendere i contenuti più visivamente interessanti.
  • Google Analytics: è uno strumento di analisi dei dati basato sull’IA che consente di raccogliere informazioni importanti sui trend del mercato e utilizzarli per creare contenuti rilevanti e di valore.

Caro lettore, cara lettrice, dobbiamo confidarti un segreto. Proprio per essere reali e trasparenti dobbiamo dirti che questo articolo lo abbiamo scritto con l’aiuto di un software di IA, salvo alcune sfumature inserite dagli autori. L’algoritmo dello strumento che abbiamo utilizzato ci ha permesso di produrre un testo in 30 secondi, semplicemente fornendo un argomento e con dei minimi interventi da parte nostra. Impressionante vero?

E siamo solo all’inizio….

(Visited 277 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia

AUTORI


Giorgio Cannistrà

Direttore commerciale di New Line DS. Dal 2007 ha svolto per le maggiori aziende del settore ruoli commerciali e di sviluppo del punto vendita farmacia. Dal 2016 in New Line DS segue la digitalizzazione della comunicazione e le soluzioni di customer experience. Appassionato di enigmistica cerca e trova soluzioni.

Linkedin


Federico Attore

Formatore e consulente di comunicazione, esperto di personal branding. Appassionato dell’innovazione nella comunicazione digitale, passione per cui interviene a seminari, corsi e svolge coaching personalizzati. Crede nel valore delle soft skill come elemento strategico per indirizzare positivamente il cambiamento in corso.

Linkedin

Twitter