Storie “intelligenti”: l’esperienza della farmacia di Calderara di Reno

Storie “intelligenti”: l’esperienza della farmacia di Calderara di Reno

Il cuore pulsante della “Farmacia Intelligente” è rappresentato dal servizio “Sensori Intelligenti”, esempio concreto di innovazione, che nell’edizione 2023 di Cosmofarma è stato insignito del premio “Miglior tecnologia per le farmacie” per la sua semplicità di utilizzo e per i risultati che permette di raggiungere. I sensori intelligenti sono strumenti di rilevazione dell’audience che consentono non solo quante persone entrano in farmacia ma anche per descrivere il traffico in modo puntuale, classificando l’utenza – in modo anonimo e nel rigoroso rispetto della privacy – in base a una serie di caratteristiche come genere, età ed etnia. Ma se i riconoscimenti prestigiosi sono una garanzia d’affidabilità, in questa puntata della nostra rubrica, vogliamo offrirvi il punto di vista dei veri protagonisti del settore, i farmacisti. Per questo vi proponiamo l’esperienza della Dottoressa Maria Claudia Mattioli Oviglio, titolare della Farmacia di Calderara, situata a Calderara di Reno in provincia di Bologna che da più di un anno li utilizza.

 

Dottoressa Mattioli, cominciamo con un suo motto che ci piace tanto: “la farmacia non è nostra, è di tutti”. Che cosa significa? 

Questa è sempre stata la mia filosofia come farmacista e ho cercato di trasmetterla al mio gruppo di lavoro ma anche ai clienti/pazienti della farmacia sin dal 1992, l’anno in cui abbiamo aperto i battenti. Per fare in modo che la farmacia sia di tutti, per noi farmacisti è fondamentale conoscere in maniera approfondita i nostri clienti e pazienti, sapere a chi si rivolgono i nostri sforzi. In questo modo possiamo migliorare ma soprattutto personalizzare l’offerta. I sensori intelligenti sono un valido aiuto in questo senso perché ci hanno consentito di avvicinarci ai nostri clienti.

 

Come è venuta a conoscenza di questa innovazione e qual è stata la sua reazione iniziale? 

Sono sempre alla ricerca di novità all’interno del settore farmaceutico e mi sono incuriosita al progetto “La Farmacia Intelligente” di New Line DS durante la fiera di Cosmofarma 2022, in particolare mi ha fatto riflettere sulla necessità di ponderare le scelte della nostra farmacia sulla base di dati e non di sensazioni. Perché per quanto io e il mio team possiamo conoscere i clienti della mia farmacia, non possiamo avere una panoramica costante di come si evolve la nostra clientela. E Il rischio di commettere errori importanti è elevato.

 

Come ha utilizzato concretamente il sensore intelligente all’interno della sua farmacia e quali benefici ha portato alla sua attività?

Con l’aiuto di un consulente digitale di New Line DS abbiamo deciso di posizionare Il sensore intelligente all’ingresso della farmacia e, come primo intervento, lo abbiamo collegato al sistema di videocomunicazione in modo da automatizzare i contenuti sulla base delle presenze in farmacia. Così garantiamo ai nostri clienti/pazienti di trovare sempre una comunicazione mirata e di loro interesse. Intanto il sensore ha iniziato a rilevare dati sulle percentuali d’ingresso dei clienti/pazienti e di conseguenza a quantificare in modo accurato il flusso di donne, uomini e la loro fascia di età nei diversi momenti della giornata. Spesso noi titolari, dopo tanti anni dietro al banco, siamo convinti di conoscere la nostra clientela ma esiste sempre una differenza tra il nostro percepito e la realtà! L’utilizzo dei sensori intelligenti ci ha permesso di far emergere i dati reali legati agli ingressi, dati su cui abbiamo iniziato a costruire un nuovo layout espositivo unito a campagne informative dedicate ai target che volevamo raggiungere.

Poiché il sensore è in grado di registrare anche gli orari d’ingresso, abbiamo potuto incrociare i dati di scontrino con quello degli ingressi per capire come i diversi gruppi muovevano le vendite in determinati orari.

Tutte queste informazioni si sono rivelate estremamente preziose, poiché ci hanno permesso di rivedere il piano turni dei collaboratori, adattare l’allestimento e l’assortimento dei prodotti in base alle reali esigenze dei nostri clienti.

 

Dal suo punto di vista, si tratta di una tecnologia potenzialmente adatta a qualunque farmacia?

Assolutamente sì! I sensori permettono di monitorare costantemente l’andamento e la tipologia dei clienti/pazienti, mettendo in luce anche i cambiamenti e le novità. Grazie a questi dati, si possono prendere decisioni informate per migliorare l’esperienza dei clienti e ottimizzare l’efficienza della farmacia e questo è possibile in qualunque punto vendita, indipendentemente dalla collocazione e dalla tipologia.

(Visited 578 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

  Iscriviti per non perderti i dati più aggiornati del mercato della farmacia

AUTORI


Giorgio Cannistrà

Direttore commerciale di New Line DS. Dal 2007 ha svolto per le maggiori aziende del settore ruoli commerciali e di sviluppo del punto vendita farmacia. Dal 2016 in New Line DS segue la digitalizzazione della comunicazione e le soluzioni di customer experience. Appassionato di enigmistica cerca e trova soluzioni.

Linkedin


Federico Attore

Formatore e consulente di comunicazione, esperto di personal branding. Appassionato dell’innovazione nella comunicazione digitale, passione per cui interviene a seminari, corsi e svolge coaching personalizzati. Crede nel valore delle soft skill come elemento strategico per indirizzare positivamente il cambiamento in corso.

Linkedin

Twitter