Integratori in crescita in Italia, con peculiarità territoriali

Integratori in crescita in Italia, con peculiarità territoriali

In uno scenario di contrazione del canale Farmacia, alcune categorie merceologiche crescono e tra queste spicca quella degli Integratori che da novembre 2017 a ottobre 2018 fatturano oltre 2,8 milioni di euro e registrano un trend positivo del 3,7% a valore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente confermando la posizione di prima categoria del Commerciale con una quota dell’11,2%.

Gli Integratori oggi rispondono al crescente bisogno di benessere delle persone e la loro crescita si riscontra anche negli altri canali pur con cifre ancora contenute rispetto alla Farmacia che detiene la quota più rilevante del mercato globale (un approfondimento sulle dinamiche dei canali all’articolo pubblicato lo scorso novembre  “Integratori, le dinamiche di un mercato in crescita”.)


Integratori nel territorio

Le vendite degli integratori in Farmacia sono distribuite da nord a sud in modo diverso: la Lombardia ha una quota superiore alle altre regioni grazie al numero di abitanti e farmacie della regione mentre l’indice di fatturato per Punto Vendita più alto è quello del Lazio, seguito da Veneto, Trentino e Marche. Probiotici, Sali Minerali, Tonici, Ipocolesterolemizzanti a base di Monacolina, Vitamine, Prodotti coadiuvanti la funzione intestinale e Venotonici sono i principali segmenti della categoria ma il loro andamento varia su base territoriale.

Esaminando le aree Nielsen, osserviamo che l’Area 1 registra buone performance e detiene la maggiore quota anche se non ha il più alto indice di fatturato per Punto Vendita. In quest’area i Probiotici e gli Ipocolesterolemizzanti a base di Monacolina sono segmenti importanti con buoni trend positivi.



L’Area 2 ha la minore quota, dovuta alla minore numerosità di farmacie sul territorio, ma è estremamente efficiente e registra il maggior indice di fatturato per punto vendita. In quest’area si riscontrano similitudini con l’Area 1 ma decrescono in modo significativo (-1,6%) i Sali Minerali.



L’Area 3 sviluppa un discreto fatturato e dà segnali di crescita importanti con un trend positivo del 2,9%. In questi territori scendono in modo deciso i Sali minerali mentre le Vitamine hanno particolare rilevanza e crescita con un trend del +8,1%.



L’Area 4 ha una quota importante del 27,2%, seconda solo all’Area 1 ed esprime il miglior potenziale con un trend positivo del 5,6%. Tuttavia l’indice di fatturato per Punto Vendita è inferiore alla Media Italia. I Sali Minerali, che sono in sofferenza un po’ ovunque, qui crescono del +3,3% e emergono i Venotonici.


 

Fonte: Panel Farmacie New Line Ricerche di Mercato MAT ottobre 2018 | Analisi Sales Location