Nessuna grande variazione nei prezzi degli integratori in farmacia, ma quelli dei prodotti dermocosmetici fanno un balzo

Dati aggiornati al: 28 Febbraio 2023

Nessuna grande variazione nei prezzi degli integratori in farmacia, ma quelli dei prodotti dermocosmetici fanno un balzo

Dopo la brusca impennata avvenuta tra settembre e ottobre 2022, nel primo bimestre 2023 l’indice di prezzi del paniere Istat sembra essersi stabilizzato. Il valore a febbraio 2023 (ultimo dato disponibile) è di 119,3: era 119,1 a gennaio, quindi è praticamente invariato rispetto al mese precedente.

Ma il livello inflattivo rimane superiore di quasi 20 punti rispetto al benchmark 2015 e all’orizzonte non si intravedono segnali di miglioramento, nonostante il rallentamento dei prezzi dei beni energetici prosegua da un po’.

Il canale Farmacia continua a reagire all’inflazione con un andamento che si discosta da quello del paniere Istat. Nessuna grande impennata, ma un incremento costante dei prezzi che prosegue ormai da novembre 2022 e ha portato l’indice ad un livello di 112,1 rispetto al benchmark 2015.

(Visited 343 times, 1 visits today)

L’andamento della farmacia

A soffiare sulla dinamica generale dei prezzi nella Libera Vendita nell’ultimo mese è stato in particolare l’aumento generalizzato del prezzo medio dei listini delle maggiori aziende dell’ambito veterinario e dermocosmetico. In area Automedicazione, a fronte di prezzi medi più bassi rispetto agli altri comparti, si registrano invece incrementi in generale più contenuti.

Il segmento degli integratori, in focus insieme alla Dermocosmetica in questa edizione della nostra rubrica Monitor Inflazione a cura di New Line RDM , mantiene un indice di prezzi in linea con l’andamento generale dell’area della Libera Vendita, frutto sicuramente di un prezzo medio più alto rispetto alla media dei prodotti per la cura (15.5€ vs 13€).

(Visited 343 times, 1 visits today)

La notizia positiva è che l’aumento dei prezzi non ha comunque impattato sulla performance del segmento, che ha giovato del prolungarsi della stagione influenzale conquistando nel primo bimestre del 2023 trend positivi in doppia cifra sia a fatturato sia a confezioni. Inoltre, la forbice tra i differenziali rimane intorno ai due punti in favore del fatturato, un risultato coerente con il 2022 e decisamente lontano dalle differenze tra valori e volumi che si osservano nel mondo SOP & OTC.

 

(Visited 343 times, 1 visits today)

Anche la Dermocosmesi inizia l’anno con trend decisamente positivi sia a volumi sia a valori ma la forbice tra le due dimensioni, complice anche un indice dei prezzi stabile per tutto il 2022 ma in forte aumento a gennaio (102,7) e a febbraio 2023 (103,4), si allarga decisamente, con un picco di +4,4 p.ti nel primo mese dell’anno.

(Visited 343 times, 1 visits today)

 

 

 

Note metodologiche: Gli indici di prezzo per il canale Farmacia sono costruiti a partire dal set di prodotti dell’area Commerciale che ha registrato vendite in maniera continuativa dal 2015 al 2022, in modo da lavorare su un basket costante di prodotti. I prezzi utilizzati sono i prezzi al pubblico e l’anno utilizzato come base per il calcolo degli indici è il 2015, per uniformità con l’approccio ISTAT.

(Visited 343 times, 1 visits today)

 

 

(Visited 343 times, 1 visits today)