Risalgono i prezzi in farmacia, rincari più alti per la dermocosmesi ma la forbice valori volumi si assottiglia

Dati aggiornati al: 30 Aprile 2023

Risalgono i prezzi in farmacia, rincari più alti per la dermocosmesi ma la forbice valori volumi si assottiglia

L’inflazione riprende a salire. Ad aprile i prezzi riprendono a correre dopo la stabilizzazione dei primi mesi dell’anno. Il dato rilevato dall’Istat Il dato rilevato dall’Istat si assesta su 119,3, con un incremento di +0,4 rispetto al mese precedente.

Siamo lontani dalle impennate del 2022 però la tendenza è quella di un graduale ma costante incremento, confermato anche dalle prime rilevazioni provvisorie per maggio, che evidenziano un’ulteriore crescita di +0,4, portando l’indice a 119,7.

Il dato inflattivo di aprile del canale farmacia, in controtendenza rispetto all’anno scorso, è ormai allineato alla dinamica economica generale: il canale registra infatti un incremento di 0,3 rispetto al mese precedente che porta il valore dell’indice a 111,6.

(Visited 284 times, 1 visits today)

L’andamento della farmacia

Alla crescita dell’indice dei prezzi del mondo commerciale contribuiscono sia il segmento dei SOP&OTC, in aumento di +0,4 rispetto al mese precedente, sia il mondo degli Integratori, che cresce di +0,3. Rispetto alle rilevazioni precedenti, la Dermocosmesi registra una crescita dei prezzi maggiore rispetto ai prodotti per la cura, con un incremento di +0,7.

(Visited 284 times, 1 visits today)

Focus Sop&Otc

Il mercato Sop & Otc, conclusa la stagione influenzale, registra trend in calo rispetto al mese di marzo: i differenziali a fatturato rimangono positivi mentre entrano in territorio negativo quelli a confezioni. Rispetto agli scorsi mesi, si riduce la forbice tra i due trend, che passa a +5,6 (era +7,2 lo scorso mese).

 

(Visited 284 times, 1 visits today)

Focus Dermocosmesi

Nonostante i rincari più elevati rispetto alle altre categorie, per la Dermocosmesi aprile si chiude con trend positivi sia per il fatturato sia per le confezioni. Il trend a fatturato è in leggero calo rispetto allo scorso mese, ma per il differenziale a confezioni si osserva la dinamica inversa, un ulteriore segno che il fattore prezzi in farmacia continua a non avere effetti importanti sui consumatori. Come per il mondo dei Sop&Otc, si riducono i differenziali tra i due trend, che passano a +3,2 p.ti rispetto al delta di +5.3 p.ti del mese precedente.

(Visited 284 times, 1 visits today)

 

 

 

Note metodologiche: Gli indici di prezzo per il canale Farmacia sono costruiti a partire dal set di prodotti dell’area Commerciale che ha registrato vendite in maniera continuativa dal 2015 al 2022, in modo da lavorare su un basket costante di prodotti. I prezzi utilizzati sono i prezzi al pubblico e l’anno utilizzato come base per il calcolo degli indici è il 2015, per uniformità con l’approccio ISTAT.

(Visited 284 times, 1 visits today)

 

 

(Visited 284 times, 1 visits today)