Lafarmaciapunto aderisce al progetto “Ricarica Stroller Fuori Porta”, passi verso la trasformazione in società Benefit. Il commento dei CEO

Lafarmaciapunto aderisce al progetto “Ricarica Stroller Fuori Porta”, passi verso la trasformazione in società Benefit. Il commento dei CEO

Lafarmaciapunto, l’insegna di Hippocrates Holding, partecipa al progetto “Ricarica Stroller Fuori Porta” ideato dall’associazione no profit “Un respiro di speranza Lombardia”. Si tratta di un’iniziativa fondamentale per le persone che soffrono di patologie che richiedono l’ossigenoterapia.

Diverse patologie, infatti, tra cui ad esempio la Fibrosi Polmonare Idiopatica, costringono chi ne è affetto ad avvalersi costantemente del supporto respiratorio di dispositivi individuali per l’ossigenazione, gli stroller.

Ma la durata delle bombole spesso non supera le due ore e mezza di erogazione, obbligando le persone malate a una quotidianità fatta di rinunce per non allontanarsi dal domicilio.

Il progetto “Ricarica Stroller Fuori Porta” ha come obiettivo offrire una maggiore libertà di movimento grazie alla possibilità di ricaricare in farmacia i presidi individuali. L’iniziativa, al momento attiva sul territorio lombardo, ha visto l’adesione di Lafarmaciapunto con alcune delle farmacie appartenenti al brand retail del Gruppo Hippocrates Holding S.P.A, oltre alla collaborazione delle aziende lombarde distributrici di ossigeno liquido. Il servizio verrà erogato presso le farmacie Lafarmaciapunto aderenti all’iniziativa, consentendo un’adeguata copertura sul territorio lombardo, toccando in particolare 10 città: Milano, Monza, Brescia, Crema, Cremona, Varese, Mantova, Sirmione, Desenzano e Salò, raggiungendo in questo modo il maggior numero possibile di pazienti. Il costo per l’utilizzatore finale sarà di 6,00 € a ricarica.

«Abbiamo da subito voluto prendere parte al progetto perché in Lafarmaciapunto sappiamo che la salute è un bene prezioso, un gesto quotidiano di cura e attenzione» hanno dichiarato i due CEO e Founder di Hippocrates Holding S.p.A, Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino. «Lafarmaciapunto vuole diventare il primo retail farmaceutico italiano socialmente responsabile. Un punto fermo per tutto ciò che riguarda la salute e la dignità delle persone».

Raggiunti da PharmaRetail, Tavaniello e Guarino confermano l’orientamento verso la responsabilità sociale: «per noi la responsabilità sociale passa attraverso sostanzialmente due filoni importanti. Uno è il servizio continuo alle comunità in cui siamo inseriti e l’altro è la responsabilità verso l’ambiente in cui viviamo. Se parliamo del primo punto, abbiamo già fatto azioni in tal senso. Per citarne una fra le più importanti siamo stati tra i primi ad offrire il servizio di vaccinazioni durante la pandemia. Il servizio è stato offerto non solo nelle grandi città ma anche nelle farmacie dislocate in paesi più piccoli proprio per garantire lo stesso tipo di servizio a tutti i cittadini. Per quanto attiene al secondo punto “Tutto il piacere di star bene” (il nostro payoff) per noi vuol dire star bene anche nell’ambiente che ci circonda. In questo senso per il lancio della linea di solari Lafarmaciapunto abbiamo lavorato su pack reciclati e reciclabili, sull’utilizzo di filtri e attivi coral free».

Progetti che dovrebbero portare Lafarmaciapunto in prospettiva a diventare un importante attore Benefit: «Stiamo lavorando sicuramente in questo senso» concludono Guarino e Tavaniello.

(Visited 301 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia