Altroconsumo, tamponi in farmacia: si accorciano i tempi di attesa e più disponibilità di autotest

Altroconsumo, tamponi in farmacia: si accorciano i tempi di attesa e più disponibilità di autotest

Il nuovo monitoraggio di Altroconsumo, che segue l’indagine condotta prima di Natale, evidenzia un miglioramento nei tempi di attesa per fare un test antigenico rapido e nella disponibilità di autotest in farmacia. Ma soprattutto al Nord la situazione è ancora piuttosto critica.

Sono state 115 le farmacie dislocate nelle varie regioni italiane contattate da Altroconsumo. E, se nella precedente indagine (effettuata tra il 23 e il 25 dicembre scorso) l’associazione aveva rilevato tempi di attesa medi di 3 o 4 giorni, ma con punte anche di due settimane nelle regioni del Nord, ora le richieste sembrano essere leggermente più gestibili.

«Sono ad esempio aumentate le farmacie che non richiedono la prenotazione e che rispondono al telefono più facilmente. Continuano però a esserci code e tempi di attesa lunghi soprattutto in Lombardia, Toscana e Piemonte» si legge nel report.

Per fare un tampone antigenico è necessario prenotare nel 69% delle farmacie del campione (a Natale era il 77%). Ma le farmacie si sono organizzate per gestire le prenotazioni online, anche con WhatsApp.

I tempi di attesa: nel 64% dei casi si riesce ad avere un appuntamento entro 2 o 3 giorni e in moltissimi casi il posto è disponibile anche in giornata. Ma ci sono ancora differenze rispetto al periodo prenatalizio tra le singole regioni: «in Lombardia, Piemonte e Toscana mediamente si aspettano più di 4 giorni prima di avere un appuntamento per il tampone; nulla a che vedere con le 2 settimane di attesa che avevamo rilevato in alcuni casi solo 3 settimane fa».

Va molto meglio In Veneto, Campania e Sicilia dove «l’attesa è minima: praticamente si può fare il tampone il giorno stesso o al più tardi il giorno successivo. Nelle altre regioni analizzate l’attesa va dal giorno e mezzo della Liguria a quasi 3 giorni e mezzo di attesa media in Emilia Romagna».

Tamponi fai da te: in queste tre settimane le farmacie sono riuscite a rifornirsi. «Prima di Natale solo un terzo delle farmacie aveva i tamponi fai a te. La metà li aveva esauriti, gli altri non li avevano in assortimento. Oggi invece i tamponi sembrano tornati: il 90% delle farmacie dichiara di averli. Sono perlopiù tamponi nasali (presenti nel 88% delle farmacie), mentre i salivari si trovano solo in una farmacia su tre. Per quanto riguarda i prezzi, i tamponi nasali costano in media 10,50 euro, mentre quelli salivari costano in media 9,90 euro».

Altroconsumo ha indagato anche disponibilità e prezzi di online e supermercati: «online si trovano i tamponi soprattutto nei siti di farmacie e parafarmacie, che spesso hanno diverse marche disponibili. I tamponi nasali costano in media 7,20 euro, con una forchetta che va da 3,27 a 11,35 euro. Oggi i tamponi nasali sono presenti in quasi due terzi (63%) dei supermercati contattati e nella grande distribuzione i prezzi variano da 3,90 a 7,99 euro (in media costano 5,60 euro)».

(Visited 225 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia