Alle donne il cambiamento fa meno paura, la ricerca LIFEED

Alle donne il cambiamento fa meno paura, la ricerca LIFEED

Le donne sono in grado di vivere con più emozioni positive transizioni di vita, come cambiare lavoro, rispetto agli uomini. In occasione della Festa della Donna, LIFEED, l’Edtech company fondata dall’imprenditrice sociale Riccarda Zezza, premiata da Fortune Italia come “Most Influent and Innovative Woman, rende noti i primi dati dell’Osservatorio Vita – Lavoro.

Secondo i dati emersi dalla ricerca condotta su 100 partecipanti ai percorsi formativi LIFEED si sente più forte nelle transizioni l’84% le donne contro il 70% degli uomini (+14%). Tra tutti, sono le madri ad essersi scoperte più forti grazie alle transizioni, con una percentuale dell’86%. Ma non solo, il 75% delle madri lavoratrici, potendo lavorare sulla propria autoconsapevolezza grazie all’esperienza trasformativa della maternità, ha migliorato le proprie competenze organizzative con un impatto positivo sulla gestione di vita privata e professionale, contrariamente a quello che potrebbe essere il pensiero comune.

«Le donne, quando si trovano ad affrontare delle transizioni, attivano risorse diverse dagli uomini e i dati ce lo dicono in modo chiaro. Sviluppare maggiore consapevolezza rispetto alle competenze che le esperienze della vita ci permettono di allenare è il primo passo per vivere in modo non conflittuale la coesistenza in ognuno di noi di più ruoli» afferma Riccarda Zezza.

«Questo tipo di approccio è controculturale, va contro il conflitto vita – lavoro spesso citato in occasioni come quella dell’8 marzo. Cambiare rappresentazione e immaginare le donne – ma non solo loro- arricchite dalla coesistenza di vari ruoli è il primo passo per la creazione di una società più inclusiva

(Visited 117 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

  Iscriviti per non perderti i dati più aggiornati del mercato della farmacia