Influenza stagionale: salgono i contagi, vaccini gratis per tutti in Lombardia

Influenza stagionale: salgono i contagi, vaccini gratis per tutti in Lombardia

La campagna d’immunizzazione contro l’influenza stagionale è già partita in tutta Italia, ma solo un over 65 su 3, vale a dire il 31%, ha ricevuto il vaccino finora. Lo rivela un sondaggio Ipsos commissionato da Sanofi: la media risulta più alta al Sud, dove i vaccinati raggiungono il 44% del totale, mentre resta più bassa nelle regioni del Centro, dove si è vaccinato soltanto un anziano su 5 (20%). Dati ben lontani dall’obiettivo minimo del 75% fissato dal ministero della Salute per le popolazioni a rischio, che si rivelano ancora più preoccupanti se si considera che la stagione influenzale prevista questo inverno sarà la più insidiosa dal 2020.

Già inoculate centomila dosi nelle farmacie lombarde

Intanto continuano a crescere i contagi: l’ultimo InfluNet, del 25 novembre, segnala in aumento l’incidenza in tutte le fasce di età, ma risultano maggiormente colpiti i bambini al di sotto dei cinque anni, nei quali l’incidenza è pari a 29,6 casi per mille assistiti (22,7 nella settimana precedente). Si intensifica la circolazione dei virus influenzali, anche se a far crescere il numero delle sindromi simil-influenzali, in queste prime settimane di sorveglianza, hanno concorso anche altri virus respiratori. In sette Regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche) l’incidenza ha superato la soglia del livello di media entità.

Per questa ragione Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, e Guido Bertolaso, assessore al Welfare, hanno annunciato che dal 26 novembre la Regione Lombardia offrirà gratuitamente il vaccino antinfluenzale a tutta la popolazione lombarda, non solo alle categorie target come bambini o over 60 o a rischio per patologia. 

Negli ultimi due anni le misure di contenimento della pandemia da Covid-19, tra cui il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine, hanno fortemente condizionato l’andamento del virus influenzale, riducendone la circolazione e facendo registrare un basso livello di incidenza. La stagione in arrivo, tuttavia, si preannuncia molto più dura: in base ai dati giunti dall’emisfero australe, si prevede un aumento della diffusione virale. Alla luce di questo, la vaccinazione antinfluenzale si rivela quest’anno ancora più strategica, in particolar modo per la fascia di popolazione più fragile, gli over 60, che maggiormente rischiano di subire un alto impatto clinico della malattia, in termini per esempio di polmoniti, di eventi acuti di natura cardio-cerebrovascolare come infarto o ictus, o di un aggravamento di eventuali patologie croniche preesistenti, oltre a possibili esiti fatali.

«Invitiamo tutti i cittadini lombardi a recarsi in farmacia per vaccinarsi contro l’influenza stagionale, approfittando della gratuità della vaccinazione», ha dichiarato Andrea Mandelli, presidente della Fofi. «I farmacisti di comunità hanno già somministrato oltre centomila dosi dall’inizio della campagna antinfluenzale in Lombardia e sono pronti a dare il massimo apporto per aumentare le coperture e ridurre il diffondersi del virus». Aggiungendo che «la vaccinazione è fortemente consigliata, innanzitutto ai soggetti maggiormente a rischio come gli anziani e i cronici, per difendersi dalle complicanze più gravi dell’infezione, ma anche alle persone adulte che lavorano e hanno una vita sociale attiva, e a coloro che hanno contatti quotidiani con i fragili».

(Visited 63 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia