Integratori alimentari: aperto un tavolo tecnico permanente

Integratori alimentari: aperto un tavolo tecnico permanente

È stato istituito presso il ministero della Salute il tavolo tecnico di confronto permanente sugli integratori alimentari, a firma del sottosegretario Andrea Costa, delegato dal ministro Speranza alla trattazione e alla firma di atti relativi all’igiene e alla sicurezza degli alimenti per la nutrizione umana. Il gruppo di lavoro avrà l’obiettivo di tutelare la salute dei cittadini, affrontando e risolvendo le problematiche aperte e quelle che si solleveranno in materia. Si tratta di un passo importante per un settore i cui numeri sono in crescita costante, che la pandemia non ha rallentato.

 Controllo, approfondimento e aggiornamento

«Questa tipologia di prodotti necessita di un monitoraggio particolare, per questo l’attenzione del Ministero è costante e cresciuta nel tempo», ha dichiarato in una nota Costa. «Dal 2002, dopo l’emanazione della direttiva europea, l’Italia è impegnata ad assicurare il massimo livello di sicurezza possibile degli integratori, considerando che negli anni sono diventati sempre più importanti per gli italiani, con un aumento dei consumi stimabile nell’ultimo anno in oltre 3,5 miliardi di euro. Il tavolo tecnico, dunque, rappresenterà un’opportunità ulteriore di controllo, approfondimento, aggiornamento e garanzia del cittadino, affinché sia protetto, informato e consapevole».

Il tavolo, che coinvolgerà direttamente le associazioni di categoria, sarà presieduto da Massimo Casciello, capo della direzione generale Igiene, Sicurezza alimenti e Nutrizione, e coordinato da Valeria di Giorgi Gerevini, direttore dell’ufficio ‘Alimenti particolari, integratori e nuovi alimenti.

«Un tavolo tecnico, con l’obiettivo di accrescere la salute dei cittadini e di implementare la corretta conoscenza e gli scopi salutistici degli integratori alimentari, è uno strumento ad oggi fondamentale per il settore», ha commentato Germano Scarpa (nella foto), presidente Federsalus, accogliendo con sostegno l’annuncio del Ministero, «per i consumatori che sempre di più affidano il proprio benessere agli integratori e per il consolidamento e riconoscibilità di un comparto che rappresenta oggi una delle eccellenze del nostro Paese».

Il settore degli integratori è ormai fondamentale per il canale farmacia in quanto legato ai concetti di salute, benessere e prevenzione. Concetti alla base del modello di “farmacia di relazione”, come definita dall’indagine Barometro Farmacie 2021 di Doxa Pharma presentata a Cosmofarma 2021. Una farmacia nella quale oltre ai servizi citati, viene sviluppata, e sostenuta, una relazione consulenziale diretta con il cliente, necessaria per fidelizzarlo sempre di più a questo canale di vendita; e gli integratori sono tra i prodotti che necessitano di consiglio e consulenza.

Il fatturato del settore degli integratori in farmacia è aumentato del 4,5% (da gennaio a giugno 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020), secondo i dati NewLine. I segmenti che maggiormente stanno contribuendo alla crescita del canale farmacia sono gli integratori connessi al periodo pandemico, quali quelli legati al miglioramento delle funzioni immunitarie, le vitamine e i coadiuvanti del benessere mentale. Gli integratori rappresentano dunque una categoria importante per il giro d’affari della farmacia e per sviluppare la professionalità del farmacista come consulente della salute.

(Visited 493 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia