Novità per la farmacia: il rilascio della certificazione verde Covid-19 e l’accordo di Federfarma Verona per il turismo

Novità per la farmacia: il rilascio della certificazione verde Covid-19 e l’accordo di Federfarma Verona per il turismo

La Certificazione verde Covid-19 rende più semplice l’accesso a eventi e strutture in Italia e da luglio faciliterà anche gli spostamenti in Europa: Federfarma ha comunicato alle farmacie associate le modalità per il rilascio delle certificazioni in farmacia. Intanto, le farmacie veronesi si sono organizzate per effettuare tamponi a prezzi calmierati a turisti e personale alberghiero.

Convenzione per tamponare 1800 dipendenti di strutture turistiche

Secondo quanto riportato dal ministero, la Certificazione verde Covid-19 è una certificazione in formato digitale e stampabile, emessa dalla piattaforma nazionale del ministero della Salute, che contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità. Le farmacie sono coinvolte poiché chi non dispone di strumenti digitali (computer o smartphone) potrà rivolgersi in farmacia per il recupero della propria Certificazione verde Covid-19, oppure al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni: aver fatto la vaccinazione anti Covid; essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore; essere guariti dal Covid negli ultimi sei mesi. L’emissione della Certificazione è senza oneri a carico del cittadino, disponibile in italiano e in inglese e, per i territori dove vige il bilinguismo, anche in francese o in tedesco. La Certificazione potrà essere richiesta per partecipare a eventi pubblici, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”. Inoltre, dal primo luglio la Certificazione sarà valida come “Eu digital Covid certificate” e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen.

La certificazione è emessa in formato digitale stampabile e viene emessa attraverso la Piattaforma nazionale digital green certificate (Dgc) del ministero della Salute, il Fascicolo sanitario elettronico o la App Immuni o la App Io.

Intanto Federfarma Verona ha firmato una convenzione con Federalberghi, Verona e Garda Veneto, per l’esecuzione dei tamponi rapidi certificati a milioni di turisti attesi nel territorio e ai dipendenti dei 1.800 alberghi di tutta la provincia. I villeggianti, italiani e stranieri, potranno effettuare nelle 123 farmacie aderenti a Federfarma Verona, al prezzo calmierato di 22 euro, i test antigenici rapidi contro il Covid-19, ottenendo nell’arco di pochi minuti la relativa refertazione ufficiale anche in lingua inglese, necessaria per l’espatrio.

L’accordo prevede, inoltre, un monitoraggio a prezzo ancora inferiore (20 euro) per i dipendenti delle 1.800 strutture ricettive di tutta la provincia, affinché possano essere monitorati costantemente visto, il continuo e massiccio turn over di turisti che necessariamente si compie nell’arco dell’intera stagione estiva. «L’obiettivo primario è quello della sicurezza, cioè tracciare ufficialmente il maggior numero di soggetti possibile nel territorio veronese», ha spiegato Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona, «perché le farmacie territoriali accedono e inseriscono i dati di tutti i tamponi rapidi nella piattaforma digitale a cura della Regione Veneto che monitora in tempo reale la curva pandemica».

(Visited 250 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia