Povertà sanitaria: aprono le Officine della salute, con le farmacie solidali

Povertà sanitaria: aprono le Officine della salute, con le farmacie solidali

Nel 2021, quasi 600.000 persone non hanno potuto acquistare i medicinali di cui avevano bisogno per problemi economici: ben 163.387 persone in più rispetto alle 434.173 del 2020, pari a un aumento del 37,63% di persone in povertà sanitaria.

Questo secondo i dati del nono Rapporto Donare per curare – Povertà Sanitaria e Donazione Farmaci, di Banco Farmaceutico e Aifa.

L’aumento di persone in condizioni di non poter acquistare i farmaci non rimborsati dal Ssn, è la conseguenza della crisi economica provocata dalla pandemia da Covid-19. Ed è in questo difficile contesto che prende il via, con un evento al Comitato Cri di Firenze, il progetto Officine della Salute della Croce Rossa Italiana, che mira a rispondere al crescente bisogno di sostegno socio-sanitario delle fasce più fragili della popolazione.

Visite specialistiche anche psicologiche

Dalle visite specialistiche alla farmacia solidale, fino al sostegno alimentare e al supporto psicologico: le Officine della salute – presenti in 15 città italiane, distribuite in 10 regioni (Veneto, Liguria, Toscana, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia – propongono, attraverso una rosa di servizi completamente gratuiti, una visione nuova dell’aiuto alle persone più vulnerabili, con un approccio integrato che tiene in considerazione la persona a 360 gradi, accompagnandola in un percorso di superamento dello stato di fragilità sia da un punto di vista sanitario che sociale.

In questi presidi socio-sanitari saranno inoltre presenti delle farmacie solidali, realizzate grazie alla collaborazione con LloydsFarmacia, che ha lanciato negli scorsi mesi una raccolta ad hoc raccogliendo, con l’importante contributo dei cittadini, 35.000 farmaci da banco e parafarmaci che saranno a disposizione di chi sta attraversando un momento di difficoltà e non può permettersi di acquistarli.

«Aver potuto fare la nostra parte per donare 35.000 farmaci da banco e parafarmaci che vengono resi disponibili nelle farmacie solidali presenti all’interno delle Officine della Salute della Croce Rossa Italiana, ufficialmente avviate nei giorni scorsi, è per tutti noi motivo di grande orgoglio», dichiara a Pharmaretail Domenico Laporta, amministratore delegato del Gruppo Admenta Italia-LloydsFarmacia. «Questo contributo è stato reso possibile grazie all’importante risposta che i cittadini hanno dato alla campagna di raccolta che abbiamo lanciato nello scorso mese di ottobre, in partnership con Cri. A tutti loro va il nostro grazie, per la sensibilità dimostrata verso questo importante progetto, che ha l’obiettivo di aiutare chi sta attraversando un momento di difficoltà».

Nelle Officine della Salute sarà possibile avere accesso gratuito a cure di medicina primaria e specialistica (dalle cure odontoiatriche a quelle cardiologiche fino a quelle dermatologiche e geriatriche), orientamento ai servizi del territorio, supporto psicosociale e corretta informazione sulla salute.

(Visited 137 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia