Prevenzione contro il cancro al seno: coinvolte tutte le 77 farmacie di Verona

Prevenzione contro il cancro al seno: coinvolte tutte le 77 farmacie di Verona

Farmacie e medici di medicina generale di Verona impegnati insieme per aumentare la consapevolezza delle cittadine sulla prevenzione del tumore alla mammella, allertandole sull’importanza di un corretto piano di controlli per diagnosticare la malattia in fase molto iniziale e a ridurre l’incidenza adottando stili di vita corretti. L’iniziativa è del Comune di Verona che ha scelto di avviare – attraverso un’importante collaborazione tra l’Assessorato alla Salute, l’Ulss9 Scaligera – Screening mammografico e Fondazione Veronesi – una nuova campagna informativa e di sensibilizzazione sul tema della “Prevenzione dei tumori al seno”.

Coinvolte tutte le 77 farmacie di Verona

L’iniziativa è partita in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, il 4 febbraio, World Cancer Day, promossa dalla Uicc – Union for International Cancer Control e dall’Oms. In concreto 5mila mini-opuscoli sulla prevenzione dei tumori al seno, oltre a locandine con un QR code dal quale poter scaricare l’opuscolo stesso, saranno distribuiti nelle farmacie e dai medici di base, con informazioni sul momento giusto per effettuare una certa tipologia di controlli; quali sono i fattori a rischio per il tumore al seno e quali i sintomi da tenere sotto controllo. E infine le indicazioni sugli stili di vita per prevenire la malattia.

Nel progetto sono state coinvolte tutte le 77 farmacie del Comune di Verona, 62 aderenti a Federfarma Verona, 13 comunali Agec e 2 aderenti a Farmacieunite.

Un’occasione particolare di dialogo con la cittadinanza sull’importanza di adottare stili di vita corretti, per evitare i fattori di rischio più comuni e sulla diagnosi precoce attraverso lo screening mammografico, che consente di diagnosticare tumori piccoli, per i quali la guarigione supera il 90%, senza interventi chirurgici e terapie mediche pesanti.

«È nostra intenzione distribuire nei prossimi mesi questo opuscolo al maggior numero possibile di donne in città», ha spiegato Elisa La Paglia, assessora alla Salute del Comune di Verona, «e per questo abbiamo chiesto la collaborazione anche dei medici di medicina generale e delle farmacie, consapevoli dell’importante ruolo che svolgono anche a livello di prevenzione. Lo scorso anno è stato realizzato un importante lavoro di divulgazione sul territorio di informazioni specialistiche. Un dialogo diretto con la cittadinanza che ha fatto emergere la forte necessità di accrescere, in particolare per le donne, le conoscenze su come prendersi cura di sé».

L’opuscolo è anche un supporto importante per aumentare lo screening mammografico al quale ogni due anni tutte le donne di Verona e provincia tra i 50 e i 74 anni sono chiamate a sottoporsi.

«Siamo sul campo proprio per fare informazione sulla prevenzione», ha dichiarato Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona, «un passaggio importantissimo sulla sensibilità ad aderire a progetti di screening e ad attuare un giusto stile di vita. Il farmacista è di fatto sul territorio per dare anche questo supporto».

Arianna Capri, referente di Farmacieunite Verona, ha aggiunto: «La prevenzione è il primo passo per tutelare la salute pubblica. Le farmacie sono da sempre sensibili e in prima linea su tale fronte, si rendono attivamente disponibili nel supportare l’iniziativa avviata dal Comune di Verona e ritengono che la scelta di coinvolgere questa categoria, considerata la loro presenza capillare sul territorio, renderà ancor più efficace la sensibilizzazione della popolazione».

(Visited 63 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

  Iscriviti per non perderti i dati più aggiornati del mercato della farmacia