Sanità digitale, più servizi sulla App Io di Regione Lombardia

Sanità digitale, più servizi sulla App Io di Regione Lombardia

La digitalizzazione in sanità ha molte facce, prima tra tutte quella del Fascicolo sanitario elettronico, alla cui implementazione il Pnrr destina ingenti risorse. Ma poi ci sono anche i passi avanti fatti dalle singole Regioni per cercare di meglio aderire alle esigenze dei cittadini, in tempi nei quali la sanità pubblica è spesso accusata di scarsa efficienza, soprattutto quanto a capacità di smaltire le liste di attesa.

L’App Io di Regione Lombardia esisteva già ed era uno strumento per «consultare l’elenco di tutti i servizi che l’Ente ha messo a disposizione dei cittadini». La novità, di questi giorni, è che i cittadini lombardi potranno ricevere, sulla App, conferma e promemoria degli appuntamenti prenotati dal primo luglio (sia tramite servizi web sia via call center), annullare la prenotazione e pagare il ticket delle prestazioni sanitarie. Dall’autunno prossimo servirà anche a prenotare visite ed esami. Regione Lombardia comunica infatti che, «su invito del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri e con il coinvolgimento di PagoPa ha aderito all’iniziativa che integra questi servizi sull’App Io, diventando quindi ente pilota in quanto ritenuta modello virtuoso nello sviluppo di soluzioni multicanali per ottimizzare l’accesso alle cure. In autunno anche sull’App Io sarà possibile prenotare visite ed esami».

Da parte sua il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per l’Innovazione Alessio Butti sottolinea, in un post su Linkedin, che «la sinergia tra Regione Lombardia e il Dipartimento per la trasformazione digitale rientra tra le numerose iniziative che stiamo portando avanti per contenere il fenomeno del no-show (ovvero i pazienti che non si presentano per l’esame o la visita) e per ridurre le liste d’attesa».

«Si tratta», aggiunge in una nota ufficiale della Regione l’assessore al Welfare Guido Bertolaso, «di un ulteriore accesso digitale a servizi importanti che consentono al cittadino di ricordare l’appuntamento, disdirlo in caso di necessità e pagare il ticket dovuto per la prestazione. In Lombardia abbiamo già diversi strumenti regionali che consentono queste azioni, riteniamo che ampliare le modalità di accesso ai servizi sia fondamentale e per questo motivo ci siamo resi disponibili per “testare” anche questa nuova modalità di accesso digitale di cui potranno avvalersi poi tutti i cittadini italiani».

(Visited 83 times, 1 visits today)