Settimana 10: gli ingressi in farmacia aumentano da quasi due mesi, ma l’effetto sul sell out non c’è

Dati aggiornati al: 12 Marzo 2023

Settimana 10: gli ingressi in farmacia aumentano da quasi due mesi, ma l’effetto sul sell out non c’è

È dall’inizio di febbraio che entrano più persone in farmacia, ma questo sembra avere poco effetto sul sell out (perlomeno se parliamo di volumi). I dati che arrivano dal Monitoraggio di New Line Ricerche di Mercato ci confermano che il canale continua a viaggiare su trend negativi (-5,9% è il trend globale della seconda settimana di marzo). Il mondo della libera vendita continua a soffrire del confronto con il 2022 (-14,9%) e, in questa settimana, la crescita del farmaco su prescrizione (+0,9%) è ridimensionata rispetto alle settimane precedenti.

(Visited 885 times, 1 visits today)

GLOBALE

 

Continua dunque la crescita degli ingressi in farmacia, una dinamica che prosegue ininterrotta da inizio febbraio. Il confronto con il 2022 è sempre positivo (+2,3%) anche se la forbice tra i due periodi tende ad assottigliarsi nell’ultima settimana.

(Visited 885 times, 1 visits today)

FARMACO RX

Anche in questa settimana il Farmaco su Prescrizione mantiene un differenziale positivo rispetto al 2022, anche se con uno scostamento minore rispetto alle settimane precedenti (+0,9%). Il contributo positivo maggiore arriva ancora dagli antibiotici (+24,8%) e dai farmaci per il sistema respiratorio (+10,3%), mentre le altre macroaree (farmaci per il sistema cardiovascolare e farmaci per il metabolismo) rimangono sostanzialmente flat.

(Visited 885 times, 1 visits today)

LIBERA VENDITA

I risultati delle vendite a volume nell’area della Libera Vendita continuano a essere pesantemente impattati dal crollo dei prodotti e servizi Covid (in quest’ultima settimana: mascherine o gel per le mani -42,3%, tamponi eseguiti in farmacia -83,8%). A questo ci siamo ormai abituati e ne avremo perlomeno fino all’estate, visto che luglio 2022 aveva registrato una recrudescenza nella diffusione dei contagi. Ma per la seconda settimana, il calo delle vendite legato al Covid non è l’unico imputato delle performance negative della libera vendita; anche l’area della Dermocosmesi, infatti, non brilla e staziona in zona negativa (-3%). È ancora solo l’Automedicazione a far registrare differenziali positivi (+5,7%), ma siamo lontani dai risultati a doppia cifra dei mesi precedenti e l’orizzonte è incerto, visto che a dare un boost eccezionale al segmento erano stati soprattutto i prodotti per la cura dei sintomi influenzali.

(Visited 885 times, 1 visits today)

AUTOMEDICAZIONE

Il trend a volumi dell’ultima settimana nell’area dell’automedicazione è di +5,7%, inferiore dunque al +9% di quella precedente e sempre più lontano dai numeri strabilianti di gennaio e febbraio. A soffiare positivamente sui risultati sono ancora principalmente i segmenti dei gastrointestinali (+12%) e dei prodotti per il sistema respiratorio (+12%).

(Visited 885 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI PER LA TOSSE

La flessione iniziata dalla seconda settimana di febbraio nel mercato dei prodotti per la Tosse prosegue, anche perché la stagione influenzale è ormai agli sgoccioli, a meno di imprevedibili impennate. Il trend stagionale continua comunque a mantenersi stabilmente positivo (+63,2% a volumi).

(Visited 885 times, 1 visits today)

TRATTAMENTI PER LA GOLA

Anche il mercato dei prodotti per la Gola continua una lenta ma costante flessione rispetto ai picchi raggiunti a cavallo tra 2022 e 2023. Il trend stagionale resta comunque in territorio decisamente positivo (+39,1% a volumi).

(Visited 885 times, 1 visits today)

ANTIPIRETICI

L’ulteriore flessione del mercato degli antipiretici, in corso dalla seconda settimana di febbraio, è un altro segnale della diminuzione dei contagi influenzali. Il trend stagionale rimane comunque positivo in doppia cifra (+15,1% a volumi).

(Visited 885 times, 1 visits today)

DECONGESTIONANTI NASALI

Anche il segmento dei Decongestionanti Nasali segue la dinamica di lenta ma costante flessione comune a tutto il paniere influenza. Il bilancio finale della stagione è comunque positivo, con un differenziale in doppia cifra rispetto alla scorsa (+14,9%).

(Visited 885 times, 1 visits today)

DERMOCOSMETICA

Per la seconda settimana di fila, la Dermocosmetica viaggia in territorio negativo, con un trend di -3% rispetto al 2022. E le dinamiche interne al mercato sono analoghe a quelle della scorsa settimana: a pesare sono in particolare la flessione dei Trattamenti Corpo (-16,3%), dei Trattamenti per le Mani (-54,4%) e del mondo Paidocosmesi (-16,6%), bilanciati solo parzialmente dalla crescita del mondo dei Trattamenti Viso (+4,7%) e del Maquillage (+24,1%).

(Visited 885 times, 1 visits today)

TRATTAMENTO MANI

Il mercato dei Trattamenti per le mani è ormai definitivamente fuori stagione, con un indice che nell’ultima settimana è nettamente inferiore sia alla stagione 2022 sia a quella 2021. Il segmento chiude la stagione con un trend decisamente negativo -16,6%, a certificare una stagione 2022/2023 particolarmente travagliata.

(Visited 885 times, 1 visits today)

 

 

 

 

Indice di stagionalità: esprime l’andamento delle vendite (in confezioni) del mercato in relazione alle vendite medie settimanali degli ultimi due anni solari. Un indice con un valore pari o superiore a 110 determina l’entrata in stagione di un determinato mercato.

(Visited 885 times, 1 visits today)