Settimana 36: ancora più giù la Libera Vendita, l’inflazione inizia a mordere anche in farmacia?

Dati aggiornati al: 11 Settembre 2022

Settimana 36: ancora più giù la Libera Vendita, l’inflazione inizia a mordere anche in farmacia?

Un’altra settimana contrassegnata dal segno negativo per la farmacia quella che si è chiusa l’11 settembre. Il monitoraggio di New Line Ricerche di Mercato registra un trend negativo pari al -2,3%.

E se il farmaco su prescrizione continua a crescere, è la libera vendita che trascina il canale verso il basso. Un segnale che gli italiani, alle prese con i rincari sempre più significativi che coinvolgono tutti i settori, hanno deciso di salvare l’area dei farmaci con obbligo di ricetta e di tagliare i prodotti non necessariamente legati alla cura di patologie?

È un’eventualità non troppo remota, ma la conferma la avremo nelle prossime settimane e mesi, anche perché sul fronte inflazione l’autunno si preannuncia molto critico.

(Visited 776 times, 1 visits today)

GLOBALE

Per quanto riguarda gli ingressi incide anche il fattore Covid. Dopo il boom registrato nei mesi di giugno e luglio, quelli del boom estivo dei contagi, gli ingressi in farmacia continuano la discesa e questa settimana segnano un trend pari al -2,4%. Il fenomeno non sembra quindi essersi invertito dopo il rientro dalle vacanze.

(Visited 776 times, 1 visits today)

FARMACO RX

Unico comparto in continua crescita è quindi quello del farmaco su prescrizione, che registra un trend positivo pari al +2,5%. A sostenere maggiormente il mercato sono i farmaci per il sistema cardiovascolare, con un contributo alla crescita pari al +0,7% e gli antidolorifici con il +0,5%. All’interno della prima categoria è interessante osservare la crescita dei farmaci per il controllo della lipidemia, con un trend pari al +7,1%; mentre per quanto riguarda gli antidolorifici su prescrizione spiccano gli analgesici con un trend del +8,8%.

(Visited 776 times, 1 visits today)

LIBERA VENDITA

Cala invece la libera vendita, che questa settimana scende al -8,6%. E se anche qui gli effetti dovuti alla diminuzione dei contagi sono evidenti con la categoria dei sanitari che scende del 19,4%, l’impatto dell’inflazione potrebbe invece essere la causa dei risultati negativi di automedicazione e dermocosmetica.

(Visited 776 times, 1 visits today)

AUTOMEDICAZIONE

Rispetto al -1,0% registrato la settimana scorsa, scende ulteriormente l’automedicazione che, negli ultimi sette giorni, segna un -2,3%, numeri lontanissimi da quelli record di luglio.

All’interno del comparto sono però in positivo la categoria dei gastrointestinali, con una crescita del +1,8% grazie soprattutto a prodotti quali antidiarroici (+20,5%), antiacidi (+7,0%) e probiotici (+1,7%). Questi ultimi iniziano lentamente il loro ingresso in stagione, anche se è ancora presto per monitorarne l’andamento.

(Visited 776 times, 1 visits today)

ANTICADUTA

Stabile il Mercato dell’Anticaduta (composto da prodotti sia di automedicazione che dermatologici come fiale, lozioni per la prevenzione della caduta dei capelli) che conferma quello che avevamo già visto la settimana scorsa. I numeri ci consegnano, infatti, una stagione più difficoltosa per il mercato, che registra una consistente frenata rispetto alla stagione passata (-6,7%). Da interpretare, anche in questo caso, con gli effetti dell’inflazione e il taglio della spesa su prodotti non indispensabili.

(Visited 776 times, 1 visits today)

DERMOCOSMETICA

Non si arresta la discesa della dermocosmetica, che questa settimana segna -3,0%. Salvi make-up, che sale al +5,4%, e cura dei capelli con un trend pari al +2,0%.

(Visited 776 times, 1 visits today)

ACNE

Il Mercato dei prodotti per la cura dell’acne tiene: i numeri dell’ingresso in stagione dopo l’estate si mantengono leggermente al di sopra dei livelli del 2021. E il trend stagionale rispecchia questo andamento posizionandosi in area positiva (+0,8%).

 

 

(Visited 776 times, 1 visits today)

ANTIPEDICULOSI

Per quasi tutta Italia è stata questa la settimana del rientro a scuola, senza mascherine e con il ritorno, dopo più di due anni, del compagno di banco. Le novità si fanno sentire nel mercato dell’Antipediculosi, con un inizio di stagione particolarmente interessante, soprattutto rispetto a quella del 2021 che subiva ancora l’impatto della didattica a distanza. Il trend stagionale è infatti a doppia cifra: +19,7%.

(Visited 776 times, 1 visits today)

MAKE-UP

Stabile il Mercato del Make-Up (composto da prodotti per la cura del viso, delle unghie e delle labbra), che staziona comunque al di sopra della stagione 2021. Mascherine sempre più in disuso e nessuna restrizione contribuiscono a un trend stagione in territorio positivo (+5,5%).

(Visited 776 times, 1 visits today)

 

 

 

 

Indice di stagionalità: esprime l’andamento delle vendite (in confezioni) del mercato in relazione alle vendite medie settimanali degli ultimi due anni solari. Un indice con un valore pari o superiore a 110 determina l’entrata in stagione di un determinato mercato.

(Visited 776 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia