New Line RDM, il Barometro di Dicembre: il picco influenzale delle ultime due settimane non riesce a invertire la rotta

Dati aggiornati al: 31 Dicembre 2023

New Line RDM, il Barometro di Dicembre: il picco influenzale delle ultime due settimane non riesce a invertire la rotta

Anche il mese di Dicembre 2023 si chiude in sofferenza per il canale farmacia e non riesce a invertire la rotta che ha caratterizzato tutto l’ultimo trimestre dell’anno. I buoni risultati della seconda metà del mese non riescono infatti a compensare i risultati negativi delle prime settimane. Il Barometro di New Line Ricerche di Mercato certifica una contrazione sia a fatturato (-1,8%) sia a confezioni (-4,5%).

Anche tenendo conto del minore numero di giorni lavorativi rispetto allo scorso anno (-5,6%), i risultati di dicembre sono chiaramente riconducibili alle dinamiche della stagione influenzale che, rispetto allo scorso anno, evidenzia sempre più chiaramente un’asincronia sia di andamento dei contagi sia di magnitudine dei casi.

Nella scorsa stagione, infatti, il picco dei contagi era stato raggiunto proprio tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre e da quel momento il numero dei casi era andato gradualmente a ridursi nel corso del primo trimestre 2023.
Quest’anno il monitoraggio RespivirNet rileva invece una vera e propria cuspide tra le ultime settimane di dicembre e le prime di gennaio, con un’intensità record di diffusione del virus che raggiunge il valore più alto degli ultimi 10 anni di rilevazione.

Dal rapporto del Ministero emerge anche come ci sia in atto dalla fine di novembre una ripresa anche dei contagi Covid, che è però rimasta su numeri stazionari in tutto l’arco di dicembre. Sono quindi le sindromi influenzali le maggiori responsabili del picco di contagi osservato nel periodo natalizio.

È purtroppo difficile trarre indicazioni dai numeri osservati finora sulla durata e sull’intensità della stagione influenzale, e il picco di fine anno potrebbe esserne l’unico acuto, ma se invece l’andamento dei contagi dovesse ricalcare quello dell’anno scorso ci possiamo aspettare un lento rallentamento tra gennaio e febbraio 2024, con magnitudini però nettamente più alte rispetto allo stesso periodo del 2023.

(Visited 385 times, 1 visits today)

ANALISI DEGLI INGRESSI

Da quello che possiamo osservare dall’andamento degli ingressi, vediamo che a dicembre sono stati battuti un numero minore di scontrini medi per farmacia (-3,7%) ma il minore numero di giorni lavorativi ha portato a una concentrazione degli acquisti, con il numero di scontrini per singola giornata in crescita del 2%.

Lo scontrino medio continua ad evidenziare una dinamica discordante tra fatturato (+2,1%) e confezioni (-0,9%). La dinamica inflattiva sia generale sia specifica del canale è sostanzialmente flat per cui questi valori si spiegano più facilmente con una diversa composizione del paniere di acquisto rispetto allo scorso anno.

(Visited 385 times, 1 visits today)

OVERVIEW CANALE

Il Farmaco Etico, fortemente impattato dalle dinamiche della stagione influenzale partita in ritardo rispetto al 2022, chiude il mese con trend negativi sia a fatturato (-2,7%) sia a confezioni (-4,3%). La Libera Vendita registra invece trend paragonabili a confezioni (-4,8%) ma nettamente migliori in termini di fatturato (-0,8%).

(Visited 385 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL FARMACO

Il Farmaco Branded – che rappresenta la componente principale del farmaco su ricetta con un peso del 78,4% – riporta trend negativi sia a fatturato (-3,8%) sia a confezioni (-5%). Il farmaco equivalente, che pesa per circa il 22% del totale RX continua a registrare i trend migliori sia a fatturato (+1,1%) sia a confezioni (-2,4%).

(Visited 385 times, 1 visits today)

L’ANDAMENTO DEL COMMERCIALE

Nel mondo della Libera Vendita rimangono in negativo i Sanitari (-6,5% a fatturato e -8,1% a confezioni) ma dimezzano il gap con lo scorso anno. L’Automedicazione ha un andamento ancora altalenante (a fine mese pareggia a fatturato, ma stentano ancora le confezioni), mentre Dermocosmesi e Veterinaria chiudono bene il mese.

L’Automedicazione, come anticipato, è in territorio negativo a confezioni (-4,4%) ma chiude il mese in pareggio a fatturato. Su questi numeri hanno sicuramente influito i diversi cicli influenzali tra 2022 e 2023 che hanno generato una differenza di composizione del paniere d’acquisto

Prosegue invece la crescita della Dermocosmesi, stabilmente il secondo segmento del comparto e con trend positivi sia a fatturato (+6,1%) sia a confezioni (+3,9%).

Continua la crescita a fatturato dell’area della Veterinaria, con un trend di +5,4%, mentre rimangono sostanzialmente flat le confezioni (-0,5%).

Trend positivi a fatturato (+0,8%) ma negativi (-4,1%) a confezioni per Il mercato degli Alimenti e Dietetici.

Continua la contrazione del mercato Omeopatia, che chiude il mese con -8,8% a fatturato e -12,7% a confezioni.

(Visited 385 times, 1 visits today)