Medicazione: boom di vendite grazie agli aiuti umanitari

Medicazione: boom di vendite grazie agli aiuti umanitari

Dopo la pandemia, è ora la guerra in Ucraina a impattare le dinamiche del mercato farmaceutico e della farmacia. Sono già evidenti gli effetti della mobilitazione messa in campo da associazioni di categoria, network, farmacie indipendenti, mondo dell’industria e società civile per rispondere all’emergenza umanitaria con donazioni e invio di medicinali e presidi destinati alla popolazione ucraina.

I dati New Line ricerche di mercato mostrano infatti picchi di vendite già a partire dalla prima settimana di marzo 2022 per i prodotti all’interno del paniere della medicazione.

Nel primo grafico è rappresentato l’andamento mensile del mercato della Medicazione (composto ad esempio da cerotti, garze, bende medicate, siringhe), caratterizzato tradizionalmente da un picco di vendite durante la stagione estiva, in particolare nel mese di luglio. Un andamento spiegabile con il fatto che i consumatori- specialmente le famiglie- in questo periodo si preparano alle vacanze e tendono a fare scorta di prodotti di prima medicazione per fronteggiare ogni evenienza durante i viaggi.

Ma quest’anno è possibile osservare un anomalo e notevole incremento già nel mese di marzo, con un trend del +21,7% rispetto a marzo 2021 e il superamento anche dei livelli di luglio dello stesso anno.

(Visited 142 times, 1 visits today)

Una crescita che coincide con l’invasione dell’Ucraina, avvenuta il 24 febbraio, e con l’avvio delle iniziative di raccolta farmaci/prodotti per il primo soccorso nelle farmacie. Il mese di marzo si apre infatti con una prima settimana che registra un +34,5% di vendite a volumi rispetto alla stessa settimana del 2021. E l’andamento settimanale del mercato della Medicazione ci mostra anche un aprile in forte crescita rispetto al 2021.

(Visited 142 times, 1 visits today)

A testimoniare la relazione tra le iniziative di solidarietà legate al mondo della farmacia e la crescita del mercato della medicazione, è proprio l’andamento di alcune categorie in particolare a partire da marzo 2022 (tabella sotto). A dominare la scena sono infatti i prodotti di medicazione tradizionale come cerotti, garze e bende, ma anche prodotti per medicazione avanzata come le siringhe.

Questi prodotti, oltre a posizionarsi tra le categorie con la più alta market share all’interno della medicazione, trainano la crescita di marzo come si può osservare dai valori del contributo alla crescita nella tabella. Cerotti, bende e garze sono infatti tra i più richiesti in quanto necessari per il primo soccorso.

 

 

 

Ancora una volta, come accaduto in diverse occasioni negli ultimi due anni, la farmacia si trova ad affrontare shock esogeni rilevanti che ne impattano l’attività, generando dinamiche anomale e che vanno a scuotere anche mercati tradizionalmente stabili e con andamenti consolidati.

(Visited 142 times, 1 visits today)
LA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti per non perderti gli ultimi dati del mercato della farmacia