Mercato

Sostenibilità fa rima con redditività (anche in farmacia)?

La buona notizia nell’annus horribilis del Covid: con un valore prossimo al 20%, la farmacia ha conquistato il secondo posto nella ripartizione dei consumi cosmetici, superando per la prima volta la profumeria, complice anche l’emergenza sanitaria che ha impattato in misura minore (-2%) sul canale (fonte: Cosmetica Italia). Continua a leggere

2020: aumentano i consumatori omnicanale, meno nel settore pharma, ma il conto alla rovescia del cambiamento è iniziato

Nel 2020, l’annus horribilis in cui la pandemia ci ha terremotati modificando tutte le nostre abitudini, i consumatori multicanale sono stati 46,5 milioni, +6% (pari a 2,6 milioni) rispetto al 2019. È il dato che emerge della ricerca dell’Osservatorio Multicanalità, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Nielsen. Continua a leggere

Cresce il numero di farmacie online: +197 nei primi mesi del 2020

Per la farmacia in Italia, il fenomeno dell’e-commerce è relativamente recente: il ministero della Salute ha infatti normato solo nel 2016 la vendita online di farmaci da banco e farmaci senza obbligo di ricetta da parte di farmacisti autorizzati dal Ministero stesso. In questi anni il numero di richieste di autorizzazioni è cresciuto in modo costante, ma nel 2020 c’è stata una accelerazione. Una crescita dovuta solo in parte all’effetto Covid, perché l’aumento di richieste di aperture di nuovi canali di vendita online di farmacie e parafarmacie era iniziata già a gennaio, ben prima del lockdown. A metà settembre il dato era di 197 nuovi e-commerce, ma, secondo il parere di Farmakom, che si occupa della creazione di piattaforme online per farmacie e parafarmacie, ci si deve aspettare una ulteriore crescita, vediamo perché. Continua a leggere

Non si arresta la crescita del commercio online e dei pagamenti contactless

Durante il lockdown gli italiani sono stati obbligati dalle norme sul distanziamento sociale a utilizzare l’e-commerce per tutti quei beni che non erano essenziali: dall’abbigliamento alla cosmesi, persino alla cartoleria. Anche le farmacie online hanno assistito a una crescita importante durante i mesi di chiusura totale a causa della pandemia. Nonostante le riaperture dell’estate, si tratta di una modalità di acquisto che sembra essere ancora scelta da molte persone, come rivelano i dati mostrati nel recente Netcomm Forum Live, evento digitale organizzato dal consorzio Netcomm, che riunisce il commercio digitale italiano. Continua a leggere

L’indagine congiunturale di Cosmetica Italia: la farmacia supera la profumeria

In versione completamente digitale è stata presentata martedì 29 settembre l’annuale analisi congiunturale curata dal Centro Studi di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche.

Le principali novità che emergono dall’indagine sono quelle imposte dallo shock Covid-19, tra cui prevedibilmente il calo del fatturato ma anche il cambiamento delle abitudini di acquisto dei consumatori e nei canali. Continua a leggere

Omeopatia, boom per gli immunostimolanti: l’intervista a Giovanni Gorga

Un sondaggio condotto nella Regione Campania da Emg-Acqua per Omeoimprese, l’associazione che in Italia rappresenta le aziende che producono e distribuiscono farmaci omeopatici, ha messo in luce come in regione ci siano 800.000 utilizzatori di omeopatici.

Un dato in linea con quelli nazionali, che conferma l’interesse dei cittadini l’omeopatia: abbiamo chiesto a Giovanni Gorga (nella foto), presidente di Omeoimprese, di commentare per PharmaRetail questi dati, nel contesto dell’utilizzo dell’omeopatia nei mesi dell’emergenza Covid-19.

 

Continua a leggere

Nuovi capitali per Hippocrates Holding, sempre più lanciata

Hippocrates Holding continua a far parlare di sé: è di qualche giorno fa un articolo uscito sul Corriere della Sera Economia che sottolinea l’interesse di un investitore internazionale, ovvero gli svedesi Wallennberg, a entrare nel gruppo. In un recente articolo pubblicato su PharmaRetail avevamo raccontato che i fondatori di Hippocrates, Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino, avevano smentito le voci, uscite sulla rubrica “The Insider” del Sole24ore, di una possibile vendita della catena. Continua a leggere

Lockdown ed emergenza Covid fanno diminuire la spesa per il benessere, ma tiene il green

Il cambio di abitudini quotidiane ma anche della visione del futuro che stiamo sperimentando in questi mesi, ha generato effetti sugli acquisti di prodotti e servizi per il benessere. A farne una fotografia, il Rapporto sull’Economia del Benessere 2020, seconda edizione dell’indagine realizzata da Doxa, commissionata da Philips, che ha analizzato stili di vita, abitudini e tendenze di consumo di 4.000 italiani su alimentazione, attività fisica, cura del corpo, gestione dello stress e igiene del sonno. Continua a leggere

Hippocrates smentisce le voci di vendita della catena

Hippocrates smentisce categoricamente le voci di una vendita della catena: sentiti da Pharmaretail i due founder negano ogni trattativa e confermano il proseguimento dei progetti in corso. La precisazione a seguito di alcune voci, riprese dalla rubrica “The insider” del Sole24Ore e da alcune riviste online del settore farmacia, secondo le quali alcune private equity erano interessate all’acquisto del gruppo. Continua a leggere

Cosmetica Italia: calano le vendite del make-up, cresce il canale online

Cosmetica Italia nel suo ultimo Beauty Trends Watch, ha evidenziato le criticità del comparto cosmetico, che ha visto durante il lockdown un forte calo delle vendite per quanto riguarda i prodotti make-up, e cercato di fare previsioni per il prossimo futuro. Se da una parte si stima che la caduta del 2020 porterà l’export di prodotti cosmetici indietro di 4 anni, dall’altra, per il futuro, gli analisti ipotizzano che rimanga alta l’attenzione alla salute e all’igiene, con elevate spese per i farmaci, servizi sanitari e i beni per la cura della persona e della casa (igiene, detergenza e nel medio termine cosmesi). Continua a leggere

Social commerce: una tendenza in aumento anche per le farmacie online

Ormai è una consapevolezza diffusa che l’e-commerce sia cresciuto con incrementi a due cifre durante il lockdown imposto dall’emergenza Covid-19, e che quest’attitudine agli acquisti online si sia consolidata anche dopo la riapertura dei negozi. Le farmacie non fanno eccezione, il settore della vendita online di farmaci si è dimostrato non solo in grado di ampliare le vendite, ma anche di aderire a una delle nuove tendenze del mondo e-commerce: il social commerce, che consente una maggiore interattività da parte dei clienti attraverso l’integrazione del mondo social all’interno del processo di shopping. Continua a leggere

Uso dei farmaci durante l’epidemia COVID-19: in farmacia, vitamina C e ansiolitici

Secondo l’Agenzia italiana del farmaco l’emergenza sanitaria legata all’epidemia COVID-19 che ha colpito l’Italia nei mesi di marzo e aprile e l’impatto che essa ha avuto sulle strutture sanitarie di una parte del nostro Paese, impongono una valutazione rigorosa, lucida e razionale di quanto successo per trarre insegnamenti e spunti di miglioramento: da qui l’esigenza di predisporre un Rapporto OsMed specifico per fornire un quadro completo dell’uso dei farmaci durante l’epidemia COVID-19, realizzato grazie ai dati elaborati dall’Osservatorio Nazionale sull’Impiego dei Medicinali (OsMed) dell’Agenzia Italiana del Farmaco. Continua a leggere

Bva-Doxa: dopo il Covid-19 serve un modello di farmacia di relazione

L’emergenza Covid-19, pur nella fase 3, di fatto non è ancor finita. Per questo non è facile fare previsioni sugli scenari futuri dei consumi e dei comportamenti dei cittadini: ci ha provato Bva-Doxa con un documento dal titolo “Nuovi scenari di mercato”. Un documento che raccoglie le riflessioni dei diversi gruppi di progetto su possibili nuovi scenari di mercato per le diverse industry. Tra queste anche la salute e la farmaceutica. Continua a leggere

Farmaci a domicilio: una tendenza che sembra destinata a durare

La crescita dell’home delivery anche nel settore del farmaco sembra destinata a consolidarsi anche dopo il lockdown. Nel periodo dell’emergenza i player per la consegna dei farmaci a domicilio hanno registrato cifre record, come avevamo raccontato in questo articolo pubblicato ad aprile, ancora in fase 1. Continua a leggere

Ingredienti dal food e attenzione all’ambiente, ecco i trend beauty per il prossimo futuro

Anche il mondo della cosmesi è stato investito dall’emergenza Covid-19: sono cambiate le abitudini di acquisto, così come le esigenze dei consumatori. Lo smartworking da una parte e l’uso delle mascherine dall’altra hanno ridefinito i parametri per il make-up, mentre la chiusura dei saloni dei parrucchieri ha imposto molto più fai-da-te per la cura dei capelli. Ora è fondamentale guardare avanti: così ha pensato Cosmoprof Worldwide Bologna nel lanciare il Rapporto CosmoTrends 2020, in collaborazione con Beautystreams. Un punto di riferimento per le tendenze di bellezza globale, presentato per la prima volta con un evento digitale. Continua a leggere

Farmacia online: servizi pensati per l’e-commerce

Il boom dell’online avvenuto durante il lockdown ha coinvolto anche la farmacia. Per rispondere alle nuove abitudini di acquisto dei consumatori, le farmacie si sono attrezzate. Se è vero che molti farmacisti nelle grandi città si sono appoggiati a servizi di delivery organizzati, come Pharmap, o si sono organizzati autonomamente per consegnare a domicilio, con la riapertura qualcuno potrebbe pensare di aprire un vero e proprio shop-online della propria farmacia. Alcune piattaforme offrono servizi alle farmacie. Ricordiamo che in Italia la commercializzazione di farmaci on line è regolata dal Decreto legislativo n. 17 del 19 febbraio 2014 della Gazzetta Ufficiale in attuazione della direttiva 2011/62/UE, che è andata a modificare il Dlgs n. 219/2006. Continua a leggere

Come vivremo la farmacia nel 2021?

Il 2020 ha cambiato per sempre le nostre vite e le nostre consuetudini: una trasformazione destinata ad avere effetti sui tutti i settori, compreso quello della farmacia. E se alcune modifiche diventeranno strutturali, altre permarranno perlomeno in un arco temporale di 10, 12 mesi, fino all’arrivo del vaccino. Continua a leggere